Sabato 23 Gennaio 2021 | 06:31

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Allam: cambierò il nome da Basilicata a «Lucania»

Lo ha detto lo stesso Allam stamani, a Potenza, in una conferenza stampa convocata per presentare la sua candidatura a Presidente della Regione Basilicata da indipendente, a capo della lista «Io amo la Lucania». Il leader del movimento «Io amo l’Italia» ha fatto riferimento a un editoriale pubblicato sul Secolo di Italia lo scorso 22 gennaio, dal titolo «Ci mancava solo l’egiziano». Silvio Berlusconi «ha ceduto alle pressioni dei finiani», ha sottolineato e «ci sarebbero tutti gli estremi per una querela per apologia di razzismo». «In caso di vittoria - ha sottolineato Allam - mi impegnerò a cambiare il nome della regione da Basilicata a Lucania»
Allam: cambierò il nome da Basilicata a «Lucania»
POTENZA – Silvio Berlusconi «ha ceduto alle pressioni dei finiani» che, contro la candidatura in Basilicata di Magdi Cristiano Allam «hanno utilizzato motivazioni abiette e modalità riprovevoli». Lo ha detto lo stesso Allam stamani, a Potenza, in una conferenza stampa convocata per presentare la sua candidatura a Presidente della Regione Basilicata da indipendente, a capo della lista «Io amo la Lucanià. Il leader del movimento «Io amo l’Italia» ha fatto riferimento a un editoriale pubblicato sul Secolo di Italia lo scorso 22 gennaio, dal titolo «Ci mancava solo l’egiziano». 

«Ci sarebbero – ha spiegato Allam – tutti gli estremi per una querela per apologia di razzismo. È veramente sconcertante che Fini, a cui si ispirano i miei più accesi critici lucani e il Secolo di Italia, vorrebbe accreditarsi come paladino dei diritti degli immigrati. Diciamo pure – ha aggiunto Allam – che Fini predica bene e razzola male. Io sono in Italia da 40 anni e mi sento più italiano di quanto non lo sia Fini e sono orgogliosissimo di esserlo». 
Magdi Allam
Allam ha auspicato che il candidato indicato dal Pdl, Nicola Pagliuca «faccia un passo indietro e che faccia prevalere il buon senso, comprendendo che la sua candidatura è una pessima soluzione». In un appello «ai lucani credenti nella verità e amanti della liberta», Allam ha poi detto di «puntare alla vittoria», che «prenderà casa qui» e che «a prescindere dall’esito delle elezioni, ho deciso che la Lucania è la mia terra e che voi siete il mio popolo». 

L’ex vicedirettore del Corriere della Sera ha infine annunciato che «in caso di sua vittoria, si impegnerà a cambiare il nome della regione da Basilicata a Lucania».

Dopo la scelta del Pdl di candidare Nicola Pagliuca alla Presidenza della Regione Basilicata, Magdi  Cristiano Allam si è considerato «libero di agire in piena  autonomia» e così ha scelto di candidarsi da indipendente «senza essere in alcun modo confuso nè con la destra nè con  la sinistra». 
Per il giornalista e scrittore, «l'obiettivo è la vittoria  contro una sinistra che ha imposto un potere egemonico,  clientelare, corrotto e corruttore, succube dei poteri forti che  hanno trasformato la Lucania in una colonia africana da  saccheggiare e distruggere. La destra, invece – ha proseguito  Allam – è connivente con la sinistra avendo anteposto  l'interesse fazioso dei suoi dirigenti al perseguimento del bene  comune e dell’interesse generale». 

«Da credente – ha aggiunto Allam – vedo in tutto ciò che  accade dei segni della Divina Provvidenza. Evidentemente il  Signore mi incoraggia ad andare avanti in questa missione di  riscatto affinchè la maggioranza dei lucani di buona volontà  abbiano la certezza della mia indipendenza e si sentano  incoraggiati ad aderire a una proposta politica qualitativamente  nuova e autenticamente innovativa». 
Magdi Allam
Allam sarà sostenuto dall’associazione “La Grande  Lucania”: «Non faccio – ha detto riferendosi a possibili  alleanze – altri nomi. Oggi sono qui, a Potenza, da solo, per  presentare la mia candidatura e sono pronto a dialogare con chi  vorrà accompagnarmi in questo percorso». Nelle prossime  settimane, l’europarlamentare presenterà il suo programma «che  avrà come priorità l’istituzione del quoziente famigliare e –  ha concluso – lo sviluppo del turismo, il vero oro di questa  meravigliosa terra».

(le foto sono di Tony Vece)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie