Martedì 26 Gennaio 2021 | 01:31

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Cassazione blocca il conto della Total

Contrordine dalla Cassazione. Il conto su cui erano depositati circa un milione e 400mila euro che sarebbero dovuti servire a pagare i lavori di realizzazione del centro oli di Viggiano devono essere sequestrati. Accolto il ricorso del Pm Woodcock contro la decisione del Tribunale del Riesame di Potenza che aveva disposto lo sblocco del conto bancario con su l’ingente somma, che in precedenza era stato sequestrato
Cassazione blocca il conto della Total
ROMA - Contrordine dalla Cassazione. Il conto corrente della Total su cui erano depositati circa un milione e 400mila euro che sarebbero dovuti servire a pagare i lavori di realizzazione del centro oli di Viggiano devono essere sequestrati.

I giudici della sesta sezione della suprema corte hanno accolto il ricorso a suo tempo presentato dal Pm Henry John Woodcock contro la decisioen del Tribunale del Riesame di Potenza che, il 29 aprile scorso, aveva disposto lo sblocco del conto bancario con su l’ingente somma, che in precedenza era stato sequestrato a dal Pm Rocco Pavese a richiesta dello stesso Woodcock.

Il sequestro rientra sempre nell’ambito dei fatti oggetto dell’ordinanza con la quale gli agenti della Squadra Mobile bussarono alla porta di manager della compagnia petrolifera francese e di altri imprenditori lucani, il 16 dicembre del 2008 per notificare ordinanze di arresto per l’inchiesta sulla costruzione del centro olii di Tempa Rossa, a servizio delle estrazioni petrolifere in Val Camastra.

Alla base del provvedimento dell’autorità giudiziaria c’era l’ipotesi che l’aggiudicazione di quell’appalto fosse avvenuta in violazione delle norme di legge e a seguito di acquisizione di terreni dai precedenti proprietari effettuate in modo fraudolento.

Il sequestro si riferisce proprio all’accusa di corruzione mossa a

diversi indagati per i «'mezzi fraudolenti»' utilizzati nell'assegnazione degli appalti per la realizzazione del centro oli; e a quella di concussione per gli espropri dei terreni sui quali costruire la struttura. In particolare - secondo l'accusa - ad proprietari di alcuni terreni furono proposte «condizioni capestro e assolutamente svantaggiose e fuori mercato». In

pratica, secondo quanto risulta dalla consulenza dei periti del pubblico ministero, l'ufficio tecnico del Comune di Corleto aveva stimato i terreni 2,50 euro al metro quadrato; un altro perito aveva aumentato tale valore, ma sempre «sottovalutandoli in maniera eclatante». I periti nominati da Woodcock, invece, hanno stimato il valore di quelle terre in 42,64 euro al metro quadrato e hanno spiegato che la Total avrebbe conseguito un profitto pari ad oltre 20,2 milioni di euro «in termini di minor costo sopportato per l'acquisto dei terreni».

Nell’ambito della stessa inchiesta erano stati anche sequestrati altri fondi, per quasi 2 milioni di euro, che costituivano la prima tranche di pagamento fatta da Total alle imprese impegnate nella realizzazione del centro oli, il cui appalto, per l’accusa, sarebbe stato aggiudicato in modo fraudolento e per l’esattezza a seguito di un accordo corruttivo che aveva portato a falsare la gara di appalto bandita dalla compagnia petrolifera francese e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea. L’imprendiore di Policoro Francesco Ferrara, per l’accusa che, intanto è arrivata all’avviso di conclusione delle indagini, per ottenere l’aggiudicazione dei lavori per 35 milioni di euro in favore del raggruppamento di imprese che capeggiava, avrebbe concordato l’acquisto di prodotti petroliferi (tra carburanti e lubrificanti) per 5 milioni di euro dalla casa francese che, poi, effettivamente, aggiudicò le opere al raggruppamento di imprese guidate da Ferrara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie