Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 11:24

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
Potenzaautomotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
Leccela protesta
Terme di Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

Terme Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Potenza, Capuano parla anche davanti al giudice

Il giorno dopo la sua convocazioni davanti al sostituto procuratore Piccolomini, il tecnico del Potenza calcio Capuano, conferma di aver ribadito le accuse all’arbitro di Andria-Potenza, De Paolo di Avezzano. «Ho semplicemente spiegato a chi di competenza - ha spiegato il tecnico rossoblù - quanto avevo già dichiarato sui giornali. C’è poco da aggiungere a quanto ho già detto nell’immediato dopo partita»
Potenza, Capuano parla anche davanti al giudice
di Sandro Maiorella

POTENZA - Il giorno dopo la sua convocazioni davanti al sostituto procuratore Carlo Piccolomini, il tecnico del Potenza Eziolino Capuano, conferma di aver ribadito le accuse all’arbitro di Andria-Potenza, De Paolo della sezione di Avezzano. «Ho semplicemente spiegato a chi di competenza - ha spiegato il tecnico rossoblù - quanto avevo già dichiarato sui giornali. C’è poco da aggiungere a quanto ho già detto nell’immediato dopo partita. Al dottor Piccolomini ho confermato di aver sentito l’arbitro dell’incontro promettere un rigore ai giocatori andriesi. Ho anche confermato di aver immediatamente protestato, anche in maniera vivace, anche alla presenza del commissario di campo che ha sentito benissimo quanto io dicevo».

Insomma la questione rimane aperta e la posizione di De Paolo tutta da verificare. «Mi sembra giusto - ha continuato Capuano - che si stia valutando l’operato dell’arbitro. Non è corretto comportarsi come ha fatto lui. A mio parere bisognerebbe andare ancora più a fondo considerato che contro il Potenza è stato un susseguirsi di situazioni poco chiare. Proprio questo mi fa pensare che ci sia un progetto contro questa società e questa squadra legato all’uragano giudiziare che si è scatenato da qualche mese. Una situazione che ci penalizza e che rende vani i nostri sforzi settimanali sui campi d’allenamento. L’augurio, per il bene del calcio, è che ogni situazione delinquenziale venga chiarita al più presto e il Potenza possa lottare per il suo obiettivo senza dover, allo steso tempo, fare i conti con decisioni già prese».

Ma in casa Potenza non è questo l’unico argomento di discussione. Tra oggi e domani il pool di difensori della società rossoblù (Chiacchio, Fiorillo, Cozzone e Di Ciommo) depositerà le memorie difensive con le quali smontare la tesi accusatorie della Procura federale che ha chiesto la revocazione della sentenza già emessa per Potenza-Salernitana (agosto 2008) e l’esclusione dei rossoblù dal campionato di competenza «Il nostro primo impegno - ha confermato l’avvocato Francesco Di Ciommo - riguarda proprio la richiesta di revocazione. Abbiamo sollevato una serie di eccezioni procedurali sui tempi e sulle modalità della revocazione, uno strumento che mai in passato è stata utilizzato in procedimenti relativi a presunti illeciti sportivi. Puntiamo a non arrivare al dibattimento facendo pesare questa serie di considerazioni che riteniamo di una certa rilevanza». Si i punta dunque, sulla possibilità di evitare il dibattimento, ma si è pronti a dare battaglia anche se, per ammissione stessa del legale di Lavello «il quadro accusatorio è molto grave, soprattutto perché la giustizia sportiva dà grande valenza a quanto arriva da valutazioni penali».

In questa situazione la squadra continua la preparazione in vista dello «spareggio» salvezza di domenica contro il marcianise. L’ultimo arrivato in rossoblù, Alessandro Evangelisti, si è allenato già ieri con il gruppo e sarà sicuramente tra i convocati per la sfida contro i campani. L’assenza di Profeta (squalificato insieme a Lolaico) lo candida come possibile titolare nel centrocampo rossoblù.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie