Sabato 06 Marzo 2021 | 12:39

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCon la «Uno bianca»
Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
PotenzaIndustria
Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

I lucani preferiscono le bionde... russe

Aumentano i matrimoni internazionali: solo a Potenza se ne contano 16 in soli due anni. Nella graduatoria delle acquisizioni di cittadinanza per matrimonio, Potenza è seconda solo a Oristano ed Enna. E dall’Est fioccano e-mail che potrebbero nascondere solo l’intenzione di spillare soldi
• «Io, fortunata sono qui per amore ma ci sono donne molestate soltanto perché vengono dall’Est»»
I lucani preferiscono le bionde... russe
di MASSIMO BRANCATI

Slanciate, fisico scolpito dal ghiaccio di quelle latitudini, sexy, dolcissime. Magari un po’ interessate? Ma sì, chissenefrega. Quando arrivano nelle disordinate case dei nostri trentenni e quarantenni mettono a posto tutto, rifanno il letto, ringraziano e aspettano l’invito successivo. Senza ansia, senza stress, senza pretendere promesse. Per scapoloni e adulteri è il sogno di sempre che si realizza: femmine libere e sottomesse.

VIAGGI D’AMORE - Sarà per questo che, nella terra dei «bamboccioni» (la Basilicata), c’è un vero e proprio boom di incontri tra lucani e donne dell’est, in particolare russe ed ucraine. Si organizzano viaggi d’amore «mascherati» da escursioni turistiche: single - attempati e non - s’imbarcano sull’aereo per raggiungere San Pietroburgo, Mosca e altre località dell’ex Urss con l’obiettivo di trovare moglie. In tanti ci sono riusciti. E in tanti dovrebbero ringraziare un dirigente sportivo di Potenza che in questi anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento sull’asse dell’amore Italia-Russia. Con cadenza semestrale ha organizzato viaggi portandosi dietro una schiera di cuori solitari in cerca della sventola di turno con cui costruire una famiglia. Il dirigente preferisce non esporsi con nome e cognome, anche perché questo suo ruolo di «Cupido» gli è costato non pochi problemi con la famiglia, dal momento che è sposato e ha figli. La moglie, per farla breve, ha pensato che tra una freccia e l’altra il maritino avrebbe potuto avere la tentazione di usarla anche per sé. E così lo ha «inchiodato» costringendolo a passare la mano. Basta con i viaggi, basta con i contatti. 

UNIONI - Ma i potentini con la valigia, diretti in Russia, sono sempre di più. Spesso partono in coppia, come i classici «pappagalli da spiaggia» e, statistica alla mano, molte volte fanno centro. A Potenza, infatti, sono 16 le coppie italo-russe nate negli ultimi due anni e se a questo dato aggiungiamo anche i matrimoni con donne di altri Paesi dell’est europeo ecco che viene fuori un fenomeno in forte crescita: tra rumene, ungheresi e polacche sono oltre 150 le unioni «internazionali» dei lucani. 

TRUFFA O REALTÀ? - Numeri in costante crescita che sono destinati ad aumentare ancora grazie a internet. Sulla rete abbondano messaggi di ragazze in cerca di un’anima gemella nel Belpaese. Occhi chiari, magnetici, spesso bionde (naturali), fisico appena accennato dalla foto che privilegia il primo piano, quasi a voler sgombrare il campo da equivoci sulle ragioni della loro presenza nel web infestato di annunci porno. In un italiano con i congiuntivi al posto giusto, queste donne dell’est inviano e-mail a destra e manca nella speranza di intercettare lo scapolone di turno «made in Italy» che le voglia impalmare. Nei messaggi non usano giri di parole: «Cerco un uomo da sposare. Non importa se bello o brutto, l’importante è che mi voglia bene». Attenzione: alcuni messaggi potrebbero nascondere una truffa, e-mail scritta da chi - dietro al viso angelico di una «cercamarito» - ha solo l’intenzione di carpire informazioni personali, magari per spillare soldi. 

ALTRI TEMPI - Sperando di non incappare nei furbi del web, i nostri cuori solitari restano «abbagliati» dalla bellezza di queste fanciulle e dal loro approccio «d’altri tempi»: le ragazze italiane hanno sempre come obiettivi carriera e indipendenza. Le russe, invece, sognano di mettere su famiglia e di fare bambini. E non hanno paura a dirlo. 

FAMIGLIA - Eccoli, gli interni familiari da Mulino Bianco: Katya, che prima di parlare chiede il permesso al marito, ha 32 anni. È lituana, vive a Potenza da 4 anni e parla l’italiano meglio di tanti italiani: «Ho incontrato il mio futuro marito nella mia città. Avevo mandato una mia foto a u n’agenzia per cuori solitari. Mi ha vista e ha chiesto un faccia a faccia. Di lì a poco ci siamo innamorati e dopo pochi mesi sposati». Il «fortunato» sposo, Michele, 46 anni, spiega perché si è innamorata di Katya e perché sono sempre di più gli uomini attratti da donne russe: «A parte che noi italiani abbiamo il mito delle bionde - dice - la verità è che le russe sono affettuose, sanno comunicare serenità e dolcezza. Sono affidabili, rassicuranti e, elemento non trascurabile, sono splendide. Le italiane? La loro aria da predatrice si è ritorta contro. Gli uomini fuggono di fronte all’aggressività». Ribaltiamo i termini della questione. Perché le donne russe cercano uomini italiani? «Il fatto è - dice Katya - che gli uomini russi sono spesso violenti e bevono tanto. Voi siete più gentili e avete nel dna il romanticismo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie