Martedì 26 Gennaio 2021 | 23:11

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

5mln dal Governo ora Bucaletto ha fondi per 100 case

di ANTONELLA INCISO
Dopo decenni di attesa sono arrivati i finanziamenti statali ed hanno consentito anche di assegnare l’appalto. In questo modo ai 56 alloggi che sono stati realizzati e sono in corso di realizzazione con soldi regionali, a breve, si potranno aggiungere altri 44 appartamenti. Raggiungendo i 100 alloggi complessivi. Un numero cospicuo che consentirà di riqualificare la «Cittadella», quella zona popolare sorta all’indomani del terremoto del 1980 alla periferia di Potenza
5mln dal Governo ora Bucaletto ha fondi per 100 case
POTENZA - Le avevano provate tutte. Tutte le strade percorribili per arrivare al risultato sperato: ossia realizzare i 100 alloggi di Bucaletto e finalmente riqualificare del tutto il rione. Per farlo - dopo decenni di attesa - lo Stato nel 2007 aveva deciso di stanziare dei fondi. Cinque milioni di euro del «piano casa» nazionale che sommati ad altri fondi regionali sarebbero serviti per costruire 100 alloggi. Quei soldi, però, prima erano stati promessi e poi di nuovo ritirati. Sempre per problemi di bilancio, sempre con la scusa di nuove emerg enze. Così negli ultimi due anni - nonostante le attese - la storia di Bucaletto sembrava destinata diventare un nuovo capitolo nel ricco libro dei sogni della opere pubbliche lucane. 

Sembrava perché all’improvviso, senza eccessivi clamori, i tanto attesi finanziamenti statali sono arrivati. Sono arrivati più copiosi di quanto ci si aspettava ed hanno consentito anche di assegnare l’appalto. In questo modo ai 56 alloggi che sono stati realizzati e sono in corso di realizzazione con soldi regionali, a breve, si potranno aggiungere altri 44 appartamenti. Raggiungendo i 100 alloggi complessivi. Un numero cospicuo che consentirà di riqualificare la «Cittadella», quella zona popolare sorta all’indomani del terremoto del 1980 alla periferia del capoluogo. Insomma, una buona notizia dopo tante voci pessimistiche. 

Una «buona notizia» che diventa ancora più interessante se si considera che dopo il dimezzamento dello stanziamento iniziale legato alla necessità di recuperare soldi per il terremoto dell’Aquila (passato da 5 milioni di euro a due milioni e mezzo di euro) l’Ater è riuscita ad ottenere nuovamente il raddoppio della somma: ossia cinque milioni di euro. Il motivo? Semplice ma nello stesso tempo interessante: l’av v i o della procedura di appalto prima che i fondi venissero assegnati grazie alla decisione di realizzare le case con un «gruzzoletto» che l’ente residenziale lucano aveva in cassa. E proprio l’iter progettuale quasi ultimato ha premiato i lucani. A differenza di quanto accaduto sul fronte dell’edilizia sovvenzionata altre regioni italiane, dove gli appalti non potevano partire subito. A vincere la gara la stessa impresa che ora sta realizzando gli altri appartamenti nella Cittadella. Insomma, un progetto che decolla e che si concretizza suscitando l’orgoglio del presidente dell’Ater, Raffaele Vita, che a sostegno del risultato porta i numeri sui finanziamenti destinati alle altre regioni italiane. Nelle assegnazioni sugli stanziamenti del «piano casa nazionale» ad esempio la Sicilia ha avuto un milione e 200mila euro, la Calabria 200mila euro, la Puglia quattro milioni di euro. Tutte cifre inferiori rispetto ai cinque milioni di euro che sono stati assegnati alla Basilicata. «Il criterio scelto a Roma prevedeva che quanto più gli enti avanti fossero nelle progettazioni sarebbero arrivati i finanziamenti - racconta il presidente Vita - Noi avevamo un progetto appalto e infatti abbiamo avuto i soldi. Nel Sud Italia abbiamo superato tutti. Noi avevamo già l’appalto con i fondi nostri ». E i tempi di realizzazione? Tre anni secondo il cronogramma. Tre anni che consentiranno di realizzare undici palazzine con case divise su tre piani. Ma non solo. All’in - terno di una di queste palazzina ci sarà anche una casa - famiglia che ospiterà disabili con handicap gravissimi. Una scommessa nella scommessa più complessiva di riqualificare Bucaletto.
di ANTONELLA INCISO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie