Venerdì 22 Gennaio 2021 | 20:42

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
Covid news h 24Al San Giacomo
Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Corso d'italiano per figli di lucani all'estero

Il corso in Didattica dell'italiano come seconda lingua consentirà a 40 figli di lucani all'estero, soprattutto argentini e brasiliani, di insegnare la nostra lingua nei Paesi d'origine
POTENZA - Un corso di prefezionamento in Didattica dell' italiano come seconda lingua consentirà a 40 figli di lucani all' estero, soprattutto argentini e brasiliani, di insegnare l' italiano nei Paesi d' origine. Il corso, presentato ai giornalisti in serata a Potenza, è partito il 14 giugno scorso nei locali dell' Ufficio di alta formazione dell' Università della Basilicata e si svolgerà fino al 10 settembre prossimo.
Nato da un accordo tra Regione Basilicata, l' Ateneo lucano e le associazioni dei lucani all' estero, il corso di perfezionamento - otto ore al giorno dal lunedì al giovedì, sei ore il venerdì - consiste in lezioni di linguistica, didattica e storia dell' italiano, per preparare gli allievi ad insegnare la lingua dei loro genitori nei Paesi d' origine.
«L' obiettivo del corso - ha spiegato la docente di Linguistica generale, Patrizia Del Puente - è difendere l' italiano. Gli emigrati hanno il diritto di continuare a confrontarsi con la lingua e con la cultura italiana. Questo è l' inizio di un discorso più ampio, 40 persone sono tante ma non abbastanza».
Nel '99 c' è stato un accordo tra la Regione Basilicata e la Provincia di Buenos Aires, ha ricordato il Presidente del Comitato regionale per le politiche del lavoro, Pietro Simonetti. Il dirigente regionale ha auspicato che nel prossimo anno vi sia un ulteriore scambio tra la Basilicata e i Paesi esteri: «Quaranta figli di lucani emigrati verranno da noi e 40 lucani andranno nei loro Paesi, ospitati dalle rispettive famiglie».
Simonetti ha assicurato che presto «saranno allestite nelle associazioni dei lucani nel mondo 40 stazioni informatiche». Questo fatto allargherebbe «le opportunità di formazione a distanza e di erogazione di servizi pubblici» anche per quei lucani che non possono raggiungere l' Italia.
Gli allievi impegnati nel corso di Didattica dell' italiano, svolto da 12 docenti della Facoltà di lettere e filosofia dell' Ateneo lucano, provengono 14 da Buenos Aires e uno da Cordoba (Argentina), 11 da Rio de Janeiro e uno da San Paolo (Brasile), cinque da Caracas (Venezuela), tre da Santiago del Cile (Cile), due da Montevideo (Uruguay), uno da Brisbane (Australia) e uno da Bogotà (Colombia).
Tutti laureati e per lo più donne, gli allievi del corso hanno saputo della scuola tramite le associazioni dei lucani all' estero e godono di un finanziamento della Regione Basilicata pari al 90 per cento delle spese del corso, più vitto e alloggio gratuiti. L' alloggio è l' Hotel Vittoria, ma già da sabato prossimo saranno disponibili appartamenti in città.
«In Brasile - ha spiegato Cristina Colucci Osorio di Rio de Janeiro - le istituzioni non ci danno l' opportunità di andare all' estero per perfezionare il nostro italiano. Mi auguro che questo corso serva a gettare le basi per nuove collaborazioni tra i nostri Paesi».
Un primo importante segno è stato dato, in questo senso, dalla Camera dei deputati della Provincia di Buenos Aires che ha dichiarato «di interesse provinciale» il corso di perfezionamento in Didattica dell' italiano. «La peculiarità dell' attività formativa universitaria - secondo il delegato del Rettore dell' Ateneo lucano per l' Alta formazione, Giuseppe Las Casas - è la capacità di confrontarsi con il resto della comunità scientifica».
L' ufficio di Alta formazione dell' Università della Basilicata, inaugurato in ottobre 2003, ha attivato fino ad oggi circa 25 corsi di formazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie