Martedì 26 Gennaio 2021 | 17:27

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
PotenzaL'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
FoggiaControlli dei CC
Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto. Altre persone sotto le macerie: 4 feriti gravi

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

Potenza, in città  un percorso olfattivo

di MASSIMO BRANCATI 
Una sorta di giardino delle meraviglie anche per un non vedente, un percorso olfattivo fatto di essenze che guidano, incantano, inebriano. le piante sono poste a circa un metro da terra, in posizione comoda, per poterne toccare le foglie e riconoscerne le caratteristiche. Coinvolte nel progetto associazioni impegnate nell’integrazione dei ragazzi diversamente abili della città
Potenza, in città  un percorso olfattivo
di MASSIMO BRANCATI

È il giardino degli odori e del tatto. Un percorso olfattivo fatto di essenze che guidano, incantano, inebriano. L’idea - partorita dal consultorio familiare di Potenza - ha preso vita ieri mattina nella villa di Santa Maria, a Potenza, ed è il frutto di u n’intesa tra il Comune, la Provincia, l’azienda sanitaria, l’Università e l’Unione ciechi. L’iniziativa è dedicata proprio ai non vedenti e agli ipovedenti che grazie a questo itinerario possono toccare e odorare una ventina di piantine. 

«È un progetto che ci piace - ha detto Maria Buoncristiano, presidente regionale dell’unione ciechi - anche perché l’area è stata attrezzata all’interno di un parco pubblico e non in una zona esterna, lontano dal contesto cittadino». Un modo per evitare marginalizzazioni. Il giardino - allestito da ragazzi con handicap - è il risultato di una sinergia tra Comune, consultori e associazioni di volontariato (hanno collaborato «Città verde», «Naturalmente», «Sentieri possibili»): «Una bella collaborazione», ha sottolineato Liliana Marino, responsabile dei consultori dell’Asp, che s’inserisce nel solco di una considerazione, quella che curare il verde fa bene, ha una funzione terapeutica. 

Concetto ribadito da Maria Luisa Ferlin, psicologa dell’Asp: «L’iniziativa ha il duplice obiettivo di consentire ai non vedenti di fruire del parco e di favorire l’in - tegrazione dei ragazzi diversamente abili, dando vita ad un’attività pre-lavo rat iva». Oltre ad essere «olfattivo», il giardino rappresenta un percorso del tatto, poiché l’aiuola è posta a circa 1 metro da terra in posizione comoda per poterne toccare le foglie e riconoscerne le caratteristiche formali: foglie grinzose, levigate, contratte, rugose, lisce. Un’etichetta in braille, scritta da un ragazzo non vedente frequentante il IV anno del Liceo Scientifico «Pier Paolo Pasolini» segnala il nome delle piante. Il motivo conduttore dell’iniziativa - si legge nel progetto predisposto dal Consultorio familiare di Potenza – è il parco urbano di villa di Santa Maria che può diventare veicolo di integrazione e luogo di incontro. L’aiuola sensoriale è solo un primo momento, realizzato insieme, per favorire partecipazione e conoscenza, ma prevede anche di coniugare intenti terapeutici, finalità occupazionali e di integrazione sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie