Domenica 24 Gennaio 2021 | 19:56

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
FoggiaEmergenza contagi
Carpino, focolaio Covid in centro psichiatrico con 6 positivi: 4 operatori e due pazienti

Carpino, focolaio Covid in centro psichiatrico con 6 positivi: 4 operatori e due pazienti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Matera: c'era una volta  il mercatino di Natale

di EMILIO SALIERNO
Questo è il terzo anno consecutivo che si farà a meno del mercatino di piazza Vittorio Veneto, l’ennesima occasione persa per ravvivare e movimentare le giornate di festa nel centro citt adino. Il bazar natalizio è andato avanti per quindici anni, sino al 2006, poi l’amministrazione comunale cancellò con un improvviso colpo di spugna la tradizionale iniziativa, che pure era considerata tra i principali appuntamenti regionali dedicati all’antiquariato e al collezionismo. Il Comune fece presente che era meglio la «piazza pulita» e furono annunciati programmi per riqualificare e rilanciare una proposta che si era «snaturata e dequalificata»
Matera: c'era una volta  il mercatino di Natale
di EMILIO SALIERNO

Un altro Natale senza le storiche bancarelle. Questo è il terzo anno consecutivo che si farà a meno del mercatino di piazza Vittorio Veneto, l’ennesima occasione persa per ravvivare e movimentare le giornate di festa nel centro citt adino. Il bazar natalizio è andato avanti per quindici anni, sino al 2006, poi l’amministrazione comunale cancellò con un improvviso colpo di spugna la tradizionale iniziativa, che pure era considerata tra i principali appuntamenti regionali dedicati all’antiquariato e al collezionismo. Il Comune fece presente che era meglio la «piazza pulita», che francobolli e cineserie non andavano più bene. Ma non solo. Furono annunciati programmi per riqualificare e rilanciare una proposta che si era «snaturata e dequalificata». 

Insomma, il mercatino non avrebbero voluto mandarlo in soffitta, ma solo dargli un po’ più di spessore. Giusta aspettativa, ottimo proposito. Il fatto è, tuttavia, che il mercatino non c’è più, sparito, cancellato. A «piangerlo» sono soprattutto quegli affezionati cittadini che riuscivano a comprare regalini natalizi a prezzo accettabile, a chi la piazza «colorata» di mercanzie e piena di gente non dispiaceva affatto, a quelle persone che arrivavano da fuori Matera per girare tra le bancarelle e passare qualche ora ad acquistare o solo ad ammirare la merce e a perdere un po’ di tempo in assoluto relax. 

Non sono bastate le proteste e le raccolte di firme dopo la chiusura voluta dal Comune. A parte poi la «botta» ai commercianti ambulanti che partecipavano al mercatino (circa 50), costretti a rinunciarvi ed a trovare «lidi» più favorevoli ed accoglienti. Il Circolo filatelico numismatico materano, che sosteneva il mercato in piazza Vittorio Veneto, chiese al Comune piazza San Francesco per ospitare l’iniziativa, ma nemmeno quella proposta è stata accolta, pur assicurando manifestazioni alternative e soprattutto di «spessore» capaci di assicurare un flusso più consistente di turisti nel periodo natalizio. Ed è sfumata anche l’ipotesi di accogliere il mercatino nella zona tra piazza Vittorio veneto, via San Biagio e piazza San Giovanni, che pure sembrava una strada percorribile e condivisa da privati ed ente locale. 

Una tradizione annullata, dunque, e non si capisce chi ci guadagna. I cittadini sicuramente no. Magari di questi tempi, senza un’amministrazione comunale che possa promuovere un cartellone di eventi natalizi, avrebbe fatto comodo almeno il «povero» e «dequalificato» mercatino di piazza Vittorio Veneto. Per le note vicende comunali non c’è un cartellone di iniziative per le festività. Tra l’altro, a prescindere da tutto, dal Municipio apprendiamo che di denaro in cassa per poter organizzare qualcosa non ce n’è per niente. 

Qualcosa si vedrà solo giovedì 10 dicembre, alle 11, nell’ex Convento di Santa Lucia e Agata, a Porta Pistola, nei rioni Sassi, quando sarà presentato il “Matera Christmas Village” - il Villaggio di Babbo Natale - evento organizzato dalla società Sibling srl, con la compartecipazione del Comune e della Provincia. Si tratta della ricostruzione del fantastico villaggio di Rovaniemi all’interno dei Sassi materani, con la casa di Babbo Natale, l’ufficio postale, la fabbrica dei balocchi, le case delle leccornie e delle fiabe, nonché una pista di pattinaggio su ghiaccio per colorare gli antichi rioni e rendere viva l’atmosfera natalizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie