Mercoledì 03 Marzo 2021 | 07:20

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Carrera: «Con Juve Stabia cerchiamo continuità»

Calcio Bari, Carrera: «Con Juve Stabia cerchiamo continuità»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa nuova sede
Crac Popolare Bari, il processo durerà un anno: previste 60 udienze in Fiera

Crac Popolare Bari, il processo durerà un anno: previste 60 udienze in Fiera

 
LecceUn 28enne
Estorsioni, a Surbo faceva inginocchiare le vittime e le sequestrava: in cella

Estorsioni, a Surbo faceva inginocchiare le vittime e le sequestrava: in cella

 
Bat
Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

 
Covid news h 24Il virus
Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 149 nuovi positivi su 1776 tamponi: un morto

Coronavirus in Basilicata, 149 nuovi positivi su 1776 tamponi: un morto

 
BrindisiIl caso
Brindisi, tartaruga in vasca del Petrolchimico: salvata dai vigili del fuoco

Brindisi, tartaruga in vasca del Petrolchimico: salvata dai vigili del fuoco

 
FoggiaIl caso
Foggia, omicidio del tabaccaio Traiano: il minore, presunto assassino, fa scena muta

Foggia, omicidio del tabaccaio Traiano: il minore, presunto assassino, fa scena muta

 
MateraLa decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 

i più letti

L'inceneritore che  a Potenza divide tutti Nato già vecchio

di LUIGIA IERACE
Non si placano le polemiche intorno all’inceneritore di Potenza dopo l’annuncio del Comune di dare il via ai lavori per l’adeguamento funzionale e tecnologico dell’impianto di termovalorizzazione del Comune di Potenza. Una storia lunga e complessa quella dell’inceneritore di Potenza. Il progetto per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani dell’alto bacino del Basento è stato finanziato con delibera del Cipe del 12 maggio 1988
• Rifiuti, sull’emergenza lucana s’accende la polemica in Regione
L'inceneritore che  a Potenza divide tutti Nato già vecchio
di LUIGIA IERACE

Non si placano le polemiche intorno all’inceneritore di Potenza dopo l’annuncio del Comune di dare il via ai lavori per l’adeguamento funzionale e tecnologico dell’impianto di termovalorizzazione del Comune di Potenza. Tra i «no» degli ambientalisti che si sono riuniti in un intercomitato o hanno avviato la raccolta di firme e il Comune di Potenza che parla di un atto necessario per arrivare al collaudo dell’impianto, la questione inceneritore ieri è stata esaminata dalla sesta Commissione consiliare che si occupa tra l’altro di tematiche legate all’ambiente. Si è limitata ad ascoltare il primo cittadino che ha ricostruito le lunghe e complesse tappe dell’impianto di incenerimento di Potenza. 

Era un’audizione già calendarizzata, ma che è caduta proprio in un momento quanto mai opportuno per fare chiarezza, dopo le proteste degli ambientalisti contrari ai lavori di adeguamento dell’impianto propedeutici al coll audo. Maggioranza e opposizione, infatti, hanno condiviso la necessità di avviare un cammino di chiarimento legato non solo all’inceneritore, ma all’intero ciclo dei rifiuti. Per questo il presidente della VI Commissione Antonio Losasso dopo aver ascoltato la ricostruzione della storia dell’impianto avvierà una serie di altri incontri che vedranno l’audizione anche del presidente dell’Acta, nonché una serie di approfondimenti sull’intero ciclo dei rifiuti, sulle strategie per l’incremento della raccolta differeriata, il Cdr e il compostaggio con la previsione anche di una visita all’impianto di Pallareta. Solo al termine, la Commissione stilerà una relazione completa sull’intero ciclo dei rifiuti che sarà poi sottoposta all’esame del consiglio comunale. 

Una storia lunga e complessa quella dell’inceneritore di Potenza. Il progetto per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani dell’alto bacino del Basento è stato finanziato con delibera del Cipe del 12 maggio 1988 per l’importo di quasi 9,6 milioni di euro e approvato dalla giunta regionale di Basilicata nel luglio dell’88. Il Comune di Potenza con delibera di giunta stabiliva di indire per l’af fidamento dei lavori di licitazione privata. Di qui parte una lunga controversia sull’affidamento dei lavori, intervallati da una serie di emergenze ambientali che indussero a spingere sulla realizzazione dell’impianto, nonostante i contenziosi aperti. Si arriva all’89, quando l’opera venne ritenuta di rilevanza strategica per l’area del Potentino a seguito dell’intesa fra Regione Basilicata e Ministero dell’Ambiente per l’attuazione del programma triennale 1989-91. 

Venne previsto il completamento dell’impianto di smaltimento Rsu con l’aggiunta di una linea di preselezione dei rifiuti e del turbolaternatore oltre alla sitemazione della discarica in via di colmatura e di una nuova discarica controllata con un finanziamento di oltre 3,2 milioni di euro. Le sopravvenute norme statali e regionali in materia di tutela ambientale portarono a quantificare in una perizia di variante il costo totale del completamento dell’impianto a 12,8 milioni di eur o. Intanto la controversia giudiziaria si andava complicando, aggravata ulteriormente dal fallimento della società esecutrice dell’impianto, che portò poi alla risoluzione dei contratti e alla stipula di nuovi per arrivare al completamento e all’avviamento provvisorio. Si arriva al 2005, alla fase di gestione transitoria dell’impianto di 24 mesi, oggetto di ripetute sospensioni e ripartenze. Evidente l’usura dell’impianto. La fase attuale è interessata dall’attività di dover eseguire lavori di straordinaria manutenzione e ulteriori adeguamenti imposti dai Vigili del fuoco. Il riavvio dell’impianto è condizionato dall’esecuzione di questi lavori e dalla sistemazione del terreno circostante l’impianto. Terminati questi interventi e assunte le dovute autorizzazioni di legge, si potrà riavviare l’impianto. Fin qui la storia di ieri nella ricostruzione del sindaco Santarsiero. Quella di domani è tutta da scrivere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie