Sabato 23 Gennaio 2021 | 12:54

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

 
FoggiaIl virus
Covid 19, Brusaferro in collegamento a Foggia: «In Italia lieve decrescita»

Covid 19, Brusaferro in collegamento a Foggia: «In Italia lieve decrescita». Anelli: «No a vaccini a chi non è a rischio»

 
LecceLotta al virus
Vaccinazioni contro il Coronavirus, il primato di Maglie

Vaccinazioni contro il Coronavirus, il primato di Maglie

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
PotenzaIl caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Melfi, per 30 mt da espropriare via Venezia non è stata aperta

di MARCO TUCCI 
Sono davvero pochi i metri interrotti di Via Venezia, circa trenta, che creano disagio. La lunga strada in questione, se continua, congiungerebbe direttamente il rione Valleverde ed il tratto di Via Foggia che giunge all’incrocio per la contrada Bicocca. Laddove, poi, sarà costruito il secondo cavalcavia ferroviario, stavolta d’iniziativa comunale, utile proprio ad aiutare il movimento, da e per l’area di nuova espansione residenziale e commerciale di Melfi
Melfi, per 30 mt da espropriare via Venezia non è stata aperta
MELFI - Sono davvero pochi i metri interrotti di Via Venezia, circa trenta, che creano disagio. La lunga strada in questione, se continua, congiungerebbe direttamente il rione Valleverde ed il tratto di Via Foggia che giunge all’incrocio per la contrada Bicocca. Laddove, poi, sarà costruito il secondo cavalcavia ferroviario, stavolta d’iniziativa comunale, utile proprio ad aiutare il movimento, da e per l’area di nuova espansione residenziale e commerciale di Melfi. Il tutto, inoltre, con sollievo per l’arteria appena citata che è già congestionata dal traffico in arrivo da Via Aldo Moro e da quello che scende o va ad immettersi nella sovrastante superstrada 658, Potenza-Melfi- Candela. 

Insomma, un pezzo di asfalto mancante che ad un certo punto costringe ad autentiche gimkane tra le villette della sottostante di Via San Remo. E, naturalmente, con tutti i rischi connessi a percorsi alternativi tortuosi non concepiti per l’uso che ne viene fatto, ai cancelli a raso delle residente che vengono aggirate, ad una visibilità non piena, per la presenza di vegetazione e muretti di recinzione delle stesse abitazioni. Che, sia chiaro, sono in piena regola. E’ la diritta Via Venezia che per controversie di possesso provoca quello che è stato narrato. 

Tanto che molti sono stati e sono gli appelli dei cittadini che sanno del problema perché lo subiscono ed è tuttora in corso una raccolta di firme per riportare la questione all’attenzione di chi di competenza. E che, inoltre, la direttrice di cui trattiamo è usata da chi proviene da Bicocca e vuole entrare subito nella zona di Valleverde saltando i semafori ai crocevia della Polizia di Stato e dell’ospedale, è testimoniato dalle immancabili code che si formano sulla già citata Via Foggia per trovare il momento giusto d’inserimento sulla salitella che poi s’interrompe. 

Una situazione nota all’amministrazione e che, finalmente, sembra possa avviarsi a soluzione nelle prime settimane del nuovo anno. «Lunedì mi sarà consegnato il progetto- riferisce il sindaco Navazio- per un importo di circa 350mila euro, che eliminerà l’interruzione e che con gli interventi sulla illuminazione e sui marciapiedi adesso mancanti, renderanno tutta fruibile la strada in direzione del varco nord di Melfi». Gara d’appalto ad inizio dicembre e 30 giorni di tempo per l’esecuzione delle opere. Con Natale in mezzo e, forse, un po’ di maltempo si andrebbe a fine gennaio. Ma sarà sempre meglio attendere altri due mesi, che la condizione attuale.
di MARCO TUCCI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie