Martedì 19 Gennaio 2021 | 10:46

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariDai carabinieri
Mola di Bari, sorpresi di notte a rubare carciofi per 7mila euro: arrestati dopo un inseguimento

Mola di Bari, sorpresi di notte a rubare carciofi per 7mila euro: arrestati dopo un inseguimento

 
LecceL'emergenza
Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Woodcock lo querelò E ora Storace rischia di nuovo il processo

Sarà la Corte Costituzionale a occuparsi della procedibilità dell'ex senatore di An, ora leader de La Destra, Francesco Storace, che - sotto la spada di Damocle di una denunica per diffamazione presentata dall'ex pm di Potenza, Henry John Woodcock -  non andò a processo grazie ad una decisione del Senato che valutò legittimi e rispondenti alle sue prerogative di parlamentare i giudizi espressi da Storace su Woodcock. Oggi però il gup del Tribunale di Roma, Riccardo Amoroso, ha inviato gli atti alla Consulta sollevando conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato
Woodcock lo querelò E ora Storace rischia di nuovo il processo
ROMA – L'ultima parola spetterà alla Corte Costituzionale, alla quale il gup del Tribunale di Roma, Riccardo Amoroso ha inviato oggi gli atti sollevando conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato, la sorte dell’ex senatore di An, ora leader de La Destra, querelato per diffamazione dall’ex pm di Potenza, Henry John Woodcock. Il gup ha accolto la eccezione del legale del magistrato, avvocato Bruno Larosa, sulla decisione del Senato che valutò legittimi e rispondenti alle sue prerogative di parlamentare i giudizi espressi da Storace su Woodcock dopo l’inchiesta da cui scaturirono gli arresti dell’ex portavoce di Gianfranco Fini, Salvatore Sottile e di Vittorio Emanuele. 

La Consulta ora dovrà decidere sulla procedibilità nei confronti di Storace. Nella querela presentata dall’avvocato Bruno Larosa, vennero ritenute diffamatorie le dichiarazioni rilasciate ad un quotidiano: «Sapete cosa è 'sta roba – disse Storace sull'arresto di Sottile – è una gran puttanata, non c'è nulla. Quando si tirano le cose di sesso vuol dire che nulla è illegale. È solo l’accanimento contro Alleanza nazionale». 

STORACE: GRAVE ATTI INSINDACABILITA' A CONSULTA
«Questa mattina, presso il tribunale di Roma, un magistrato ha deciso di mandare alla Corte Costituzionale gli atti legati all’insindacabilità decisa dal Senato nei miei confronti per una querela mossa dal pubblico ministero Henry Woodcock». Lo riferisce il segretario nazionale de La Destra Francesco Storace che secondo la querela diffamò il pm di Potenza Henry John Woodcock dopo l’inchiesta da cui scaturì, tra l’altro, l’arresto dell’ex portavoce di Gianfranco Fini, Salvatore Sottile. 

«Sono indignato – scrive oggi Storace sul suo blog – spero di non ricevere un’altra querela». 

Nella querela fatta da Woodcock vennero ritenute diffamatorie le dichiarazioni rilasciate da Storace a un quotidiano. «Immagino di essere stato interpellato – spiega Storace – perchè parlamentare, altrimenti il cronista non mi avrebbe telefonato. Dico la mia opinione, certamente dura, sulle accuse a Sottile e denuncio il sospetto di una manovra contro An». 

«Davanti al Senato – scrive ancora Storace – rivendico il diritto a esprimere un’opinione su una vicenda che poi confermerà in sede giudiziaria che Sottile non doveva essere perseguito per la sua vita privata. Il Senato, di cui non sono più componente, nel frattempo mi "assolve". Palazzo Madama rivendica cioè il diritto ad esprimere un’opinione, che poi è il fondamento dell’immunità parlamentare, almeno di quella che è rimasta dopo Tangentopoli. Il pm non ci sta e chiede al giudice di sollevare conflitto di poteri di fronte alla Corte Costituzionale. Che, ci scommetto, dichiarerà che invece il processo si deve fare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie