Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:21

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Un centro studi per la tremolite "ammazza lucani"

di ANTONIETTA ZACCARA 
Fra Lauria e Castelluccio Superiore questo minerale si annida fra le rocce e, inalato, causa tumore ai polmoni. Ieri, la proposta di istituire a Maratea un centro di eccellenza per lo studio e la ricerca sulla tremolite è stata lanciata a Seluci di Lauria, nel corso di un forum con i cittadini, dal presidente della quarta commissione regionale di Basilicata Marcello Pittella ed è stata giudicata «fattibile» dall’assessore alla sanità Antonio Potenza
Un centro studi per la tremolite "ammazza lucani"
LAURIA - Lo spettro tremolite continua a destare paura nella Basilicata Sud. Fra Lauria e Castelluccio Superiore questo minerale si annida fra le rocce e poi, col rischio di sfarimento, può essere inalato. Con rischi gravissimi per uomini e ambiente. Il dramma venne a galla dopo che due persone - una di Castelluccio Superiore e un’altra di Lauria - furono trovate affette da tumori ai polmoni. 

Dopo alcune indagini si appurò che, queste fibre di amianto prodotte in natura, covano in quell’a re a della Basilicata Sud. La prima forma di difesa è capire come combatterle e come prevenire. Così è venuta fuori l’idea di istituire a Maratea un centro di eccellenza per lo studio e la ricerca sulla tremolite. La proposta è stata lanciata a Seluci di Lauria, nel corso di un forum con i cittadini, dal presidente della quarta commissione regionale di Basilicata Marcello Pittella ed è stata giudicata «discutibile» dall’assessore alla sanità Antonio Potenza. 

La questione esplose a inizi degli anni 2000. Nel 2002, l’allora presidente della giunta regionale Filippo Bubbico, dinanzi all’esplodere di questa emergenza territoriale, volle insediare una apposita unità di crisi per capire l’entità del fenomeno nel suo duplice aspetto, ambientale e sanitario, e per individuare il da farsi. 

Ora è arrivata la nuova proposta del presidente della quarta commissione regionale. «Su questo tema e su questo territorio - ha sottolineato Pittella - penso possiamo costruire un punto di eccellenza della nostra sanità. Il nostro territorio e Maratea in particolare possono diventare un centro di riferimento regionale di studio e di ricerca sulla tremolite. Una realtà con valenza anche nazionale». Da questo momento fino alla approvazione della legge finanziaria, ha proseguito il consigliere Pittella, «Asp e Regione potrebbero programmare le modalità necessarie per raggiungere l’obiettivo». 

«La proposta - ha affermato l’assessore regionale alla sanità, Antonio Potenza - mi sembra almeno così giudicandola a primo acchitto fattibile». A questo punto non resta che attivarsi per andare oltre la paura diffusa e l’attesa di qualcosa che non viene di fronte a un nemico invisibile e poco conosciuto. Qualcosa si può fare. A cominciare dal centro di ricerca per capire come tutelarsi.
di ANTONIETTA ZACCARA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie