Venerdì 15 Gennaio 2021 | 16:44

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDifesa ambiente
No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
TarantoL'operazione
Taranto, Guardia Costiera contro la pesca di bianchetto: sequestri e 4mila euro di multa

Taranto, Guardia Costiera contro la pesca di bianchetto: sequestri e 4mila euro di multa

 
MateraL'intervista
Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

 
Batnel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, viola il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato 59enne

Foggia, viola il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato 59enne

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Montalbano jonico: sì del comune a riserva dei calanchi

di ENZO PALAZZO 
Via libera del Comune alla “Riserva regionale dei Calanchi”. Ora la palla passa alla Regione. Questa la sintesi di cronaca all’indomani del Consiglio comunale che ha approvato la delimitazione della Riserva naturale dei Calanchi di Montalbano Jonico all'unanimità dei presenti, dato che erano assenti i gruppi di opposizione di centrosinistra usciti poco prima dell’im - portante votazione per protesta verso la maggioranza maturata non sulla Riserva naturale, ma nei confronti dello svolgimento “autoritario” del Consiglio comunale
Montalbano jonico: sì del comune a riserva dei calanchi
di ENZO PALAZZO 

Via libera del Comune alla “Riserva regionale dei Calanchi”. Ora la palla passa alla Regione. Questa la sintesi di cronaca all’indomani del Consiglio comunale che ha approvato la delimitazione della Riserva naturale dei Calanchi di Montalbano Jonico all'unanimità dei presenti, dato che erano assenti i gruppi di opposizione di centrosinistra usciti poco prima dell’importante votazione per protesta verso la maggioranza maturata non sulla Riserva naturale, ma nei confronti dello svolgimento “autoritario” del Consiglio comunale in merito al punto all’ordine del giorno. Quello sulla vendita dell’ex mattatoio ad una società che vede interessata la moglie dell’assessore Salvatore Gentile. Un’annosa questione che si trascina da tempo con la società Luge che ha acquistato in un’asta pubblica l’area dell’ex mattatoio municipale (circa 1000 mq) per 400 mila euro, ha versato 160 mila di acconto e ha ottenuto due proroghe dal Comune sul resto delle tranche da pagare. E che ancora non vengono versate, probabilmente perché non essendo ancora in possesso dei permessi edilizi per la realizzazione di abitazioni civili e di un centro commerciale, la Luge non riesce ad avere gli anticipi dai possibili acquirenti. Da un lato abbiamo dunque il Comune che non vuole rinunciare ai 400 mila euro, dall’altro una società che aspetta i permessi di edificabilità e dall’altra ancora un’opposizione che parla di conflitto di interesse per la presenza della moglie dell’assessore, visto le proroghe che l’amministrazione concede alla Luge. 

Su questa questione è fermo da un anno circa il dibattito politico del paese, tanto da farne fare le spese d’imma gine anche all’importante votazione che meritava sicuramente un momento di maggiore unità. Ricordiamo che la Riserva regionale non pone vincoli all’attività antropica, che sicuramente porterà investimenti per delimitare e definire l’area e che trattandosi di aree calanchive a bassa rendita, immediatamente rialzerà i valori fondiari delle proprietà interessate. 
L’importanza del momento è sintetizzabile in una serie di motivi: innanzitutto perché in Italia esiste una sola altra riserva dei calanchi, nelle Marche, nell'agro di Atri; perché la scelta della Riserva è interna al paese e non imposta dall’alto; perché il momento economico del paese è sempre più grave e il valore scientifico dello strato di Pleistocene medio che la Riserva naturale va di fatto a proteggere, potrebbe dare notorietà e indotti. 

La delimitazione dell'area, così come proposta e così come recepita dal Consiglio comunale, include infatti anche l'area del geosito candidato al Chiodo d'Oro della Sigea (un prestigioso riconoscimento al quale è candidato un solo altro sito al mondo, in Nuova Zelandia). Che la palla ora passa alla Regione, l’ha dichiarato anche il sindaco Leonardo Giordano, affermando che “Confidiamo nell'interesse e nella cura della Regione perchè il ritardo accumulato tra 2004 e 2007 venga recuperato in questi sgoccioli di legislatura e si concretizzi questo obiettivo” e lo lascia intendere anche il responsabile locale del circolo di Legambiente, Arturo Caponero, rimarcando la “necessità di tempi celeri per la legge istitutiva”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie