Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 02:37

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Potenza: «Caldaia sicura»  con controlli a tappeto

In provincia è previsto un protocollo di interventi, in città un altro. Situazione più complicata nel capoluogo con la gran parte dei cittadini che ignora l’obbligo di manutenzione. Saranno assegnati 60mila bollini di efficienza energetica in provincia. Per l’intervento di manutenzione della caldaia la procedura prevede che ciascun utente contatti un tecnico/manutentore in possesso dei requisiti previsti dalla legge il quale dovrà accertare lo stato di manutenzione della caldaia. Al termine delle operazioni il manutentore dovrà compilare il «Libretto di Impianto» e rilasciare, per gli impianti con potenza inferiore a 35 kw, l’Allegato G, sul quale dovrà apporre l’apposito “bollino” comprovante l’avvenuta manutenzione
Potenza: «Caldaia sicura»  con controlli a tappeto
POTENZA - Sessantamila bollini di efficienza energetica su un totale di 95mila caldaie censite sul territorio provinciale e oltre 6mila controlli annui. Sono questi i numeri dell’operazione Caldaia Sicura avviata già dal 2002 dalla Provincia di Potenza - l’ente preposto i controlli nei comuni con una popolazione inferiore ai 40mila abitanti - attraverso l’Apea, l’agenzia per l’energia e l’ambiente della Provincia. Un trend positivo e in costante crescita, quello registrato in sette anni di attività, “sia per l’aumento degli utenti virtuosi sia per la messa a norma degli impianti stessi”, come sottolinea Gerardo Salvato dell’Apea. 

Sul territorio provinciale, dai controlli effettuati, risulta che oltre il 60 per cento degli impianti termici viene eseguita regolare manutenzione, tuttavia, poche informazioni sono pervenute circa gli impianti a gasolio o Gpl, per i quali l’Apea ha proposto un censimento. In base alla normativa in materia, i controlli di Efficienza energetica devono essere effettuati almeno ogni anno sugli impianti aventi potenza maggiore o uguale a 35 kw; almeno ogni due anni per gli impianti di potenza minore ai 35 kw dotati di un generatore di calore con un’anzianità di installazione superiore ad 8 anni; almeno ogni quattro anni per tutti gli impianti con potenza minore di 35 kw. Attualmente sono sottoposti a verifica, come previsto dalla legge, tutti gli impianti che utilizzano combustibili gassosi (metano e Gpl) o liquido (gasolio) con potenza maggiore o uguale a 15 kw, come ad esempio gli scaldacqua. 

Per l’intervento di manutenzione della caldaia la procedura prevede che ciascun utente contatti un tecnico/manutentore in possesso dei requisiti previsti dalla legge il quale dovrà accertare lo stato di manutenzione della caldaia. Al termine delle operazioni il manutentore dovrà compilare il «Libretto di Impianto» e rilasciare, per gli impianti con potenza inferiore a 35 kw, l’Allegato G, sul quale dovrà apporre l’apposito “bollino” comprovante l’avvenuta manutenzione. In presenza di impianti con potenza maggiore o uguale di 35 kw, invece, dovrà rilasciare l’Allegato F. Su entrambi i documenti, timbrati e firmati, inoltre, saranno riportate le condizioni dell’impianto e le eventuali prescrizioni da osservare per un corretto funzionamento. Il rapporto tecnico, compilato in ogni sua parte, dovrà essere inviato all’Apea. Stabilito dalla legge anche l’onere economico dei controlli a carico degli utenti. La spesa è quantificata nel costo del bollino 9 euro e 30 centesimi, oltre al costo dell’intervento stabilito con il manutentore. Chi non effettua l’intervento, in occasione del controllo, dovrà, invece, corrispondere alla Provincia l’importo di 67 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie