Lunedì 25 Gennaio 2021 | 03:20

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Scorie nucleari «Stiamo valutando se intervenire a Maratea»

Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, a margine di un’audizione alla Camera, parlando della possibilità di intervenire a largo delle coste di Maratea, in Basilicata per verificare se sui fondali lucani ci sono o meno relitti con a bordo scorie nucleari. «Non intendiamo abbassare la guardia, ma la nave Oceano costa 40mila euro al giorno», ha sottolineato il ministro
• La nave Oceano punta già verso Maratea
• Così l'amianto finisce in mare. A Brindisi una bomba ecologica
Scorie nucleari «Stiamo valutando se intervenire a Maratea»
ROMA – «Stiamo valutando se intervenire a Maratea perchè è la Procura che ce lo chiede, e non intendiamo abbassare la guardia ma occorre maggiore chiarezza sulla fondatezza delle informazioni che giungono al ministero». In questo modo il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, a margine di un’audizione alla Camera, parla della possibilità di intervenire a largo delle coste di Maratea, in Basilicata, su quella che potrebbe essere un’altra area con un relitto di una delle «molte navi», definite, 'a perdere' sparse nel Mediterraneo. 

«Noi – osserva Prestigiacomo – non ci sottraiamo quando la procura ci chiede di collaborare». Sulla vicenda della falsa nave dei veleni di Cetraro, il ministro ricorda che «la nave Mare Oceano, messa a disposizione dal ministero, costa 40.000 euro al giorno» e che probabilmente «qualcuno pensava di attaccare il governo» con la storia del finto ritrovamento della nave Cunsky.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie