Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:50

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Pd, in Basilicata sarà ballottaggio

di MIMMO SAMMARTINO 
Sarà il ballottaggio fra Roberto Speranza (mozione Bersani) ed Erminio Restaino (mozione Franceschini) a stabilire chi sarà il segretario regionale della Basilicata del Pd: i dati ufficiali sono stati diffusi dallo stesso partito. Nelle primarie di ieri – alle quali hanno partecipato 65.698 persone – Speranza ha ottenuto 23.074 voti (36,25 per cento), Restaino 22.196 (34,87)
• «E adesso unità in Basilicata»
Pd, in Basilicata sarà ballottaggio
POTENZA - Un’affluenza come non era mai accaduto (quasi 67mila votanti nei 178 seggi allestiti sul territorio lucano). Un chiaro pronunciamento in favore di Pierluigi Bersani, per la segreteria nazionale (35.773 voti, pari al 56,39 per cento dei voti) contro il 35,38 per cento e l’8,23 per cento attribuito, rispettivamente, a Dario Franceschini e a Ignazio Marino. Un ribaltamento del voto congressuale (che aveva visto prevalere, per 600 voti il franceschiniano, e segretario uscente, Erminio Restaino) con il primato attribuito al giovane Roberto Speranza (mozione Bersani) che ha raccolto il 36,25 (con 23.074 voti) per cento dei consensi. I suoi competitori si sono attestati al 34,87 (con 22.196 preferenze) per cento (Restaino) e al 28,87 per cento (18.377 voti) Salvatore Adduce, secondo candidato dell’area Bersani. Il voto delle «primarie» del Partito democratiche, in Basilicata, in pillole sta dentro a questi numeri. A questo punto il regolamento stabilisce che sarà ballottaggio fra Speranza e Restaino. 

Un risultato emerso un po’ a sorpresa con dati altalenanti nelle diverse aree territoriali. In provincia di Potenza (43.360 votanti) è stato Salvatore Adduce a raccogliere i maggiori consensi: 14.847 voti (35,34%). Lo segue a circa 500 voti di distanza da Roberto Speranza (14.338 voti, pari al 34,13%). Erminio Restaino ha ottenuto invece 12.828 consensi (30,53%o). In provincia di Matera (22.338 votanti) è riuscito a prevalere invece Erminio Restaino (9.368 voti, 43,30%). Poco più di 600 voti dietro c’è Roberto Speranza (8.736 preferenze, pari al 40,38%). Infine, Salvatore Adduce (3.530 voti, pari al 16,32%). Interessante pare anche l’analisi del voto nelle due città capoluogo. A Potenza (5.470 cittadini ai seggi) raccoglie un risultato importante Speranza che mette insieme 2.438 consensi (46,24%). Erminio Restaino - che si attendeva di più - ha risposto con i suoi 2.202 voti (41,76%). Salvatore Adduce si è fermato a 633 preferenze (12%). Nella città di Matera (6.391 votanti) ha fatto registrare un risultato favorevole Erminio Restaino (3.086 voti, pari al 49,57%). Roberto Speranza ha raccolto 1.611 voti (25,88%). Salvatore Adduce ha ottenuto 1.529 consensi (24,56%). 

Ora, in vista del ballottaggio, si crea uno scenario nel quale Adduce finisce con il trovarsi nella delicata posizione di arbitro. Sempre che, come Restaino e lo stesso Adduce avevano annunciato alla vigilia del voto, non accettino di far proprio il cosiddetto «lodo Scalfari» secondo cui si assumeva l’impegno morale di confermare alla segreteria chi avesse raccolto un voto in più alle «primarie». Anche se non avesse superato il 50 per cento. Il meno convinto, su questa ipotesi, era stato proprio Speranza. In attesa che si sciolgano i nodi, per tutti, dopo il tempo delle divisioni, la nuova sfida è la stessa: ricompattare un Pd che ha bisogno di superare le lacerazioni interne.
di MIMMO SAMMARTINO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie