Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 08:35

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Protesta Lasme prove generali del blocco Fiat

di FRANCESCO RUSSO 
Per alcune ore i lavoratori della Lasme di San Nicola di Melfi hanno rallentato l'approvvigionamento in entrata e in uscita alla Sata di San Nicola di Melfi. Gli operai dello stabilimento - che da agosto lottano per mantenere il proprio posto di lavoro dopo la decisione dell'azienda di chiudere i battenti - hanno voluto lanciare un chiaro messaggio: se nell'incontro romano di domani presso il Ministero dello sviluppo economico non ci saranno sbocchi positivi, blocchiamo la Fiat
Protesta Lasme prove generali del blocco Fiat
MELFI - Per alcune ore i lavoratori della Lasme di San Nicola di Melfi hanno rallentato l'approvvigionamento in entrata e in uscita alla Sata di San Nicola di Melfi. E' avvenuto ieri, dalle 10 del mattino fino alle 13.30, mentre una lunga fila di camion si formava davanti al cancello «D» dello stabilimento lucano della Fiat. Gli operai dello stabilimento - che da agosto lottano per mantenere il proprio posto di lavoro dopo la decisione dell'azienda di chiudere i battenti - hanno voluto lanciare un chiaro messaggio al mondo dell'industria. Messaggio, che viene sintetizzato così dal segretario regionale della Fiom Cgil, Giuseppe Cillis. 

«Gli operai - dice il sindacalista - hanno voluto far capire che, se nell'incontro romano di domani presso il Ministero dello sviluppo economico non ci saranno sbocchi positivi, sanno bene cosa fare in segno di protesta, andando ad interrompere l'approvvigionamento della Sata, che continua a rifornirsi dallo stabilimento di Chiavari». 

La manifestazione di ieri è iniziata intorno alle 9.30, quando circa ottanta dipendenti della fabbrica di San Nicola di Melfi - in cui si realizzavano alzacristalli elettrici - sono partiti in corteo verso lo stabilimento Sata. 

«Diversi camion - racconta Cillis - sono rimasti fermi davanti alla Fiat, ed hanno potuto caricare e scaricare solo quando la manifestazione è terminata, alle 13.30. Ma i lavoratori nelle prossime ore penseranno a nuove iniziative di protesta da mettere in campo. E non dobbiamo dimenticare, che tutto questo sta avvenendo a poco tempo dal lancio del nuovo modello della Fiat». 

Per il segretario provinciale della Uil, Vincenzo Tortorelli «l'incontro del 30 settembre potrebbe segnare l'avvio verso una soluzione. Parlo di avvio, perché a mio avviso la trattativa è appena iniziata. I lavoratori hanno organizzato questa manifestazione di protesta, in vista proprio di questo incontro. Ormai sono quasi due mesi, che le maestranze hanno ricevuto la notizia dell'avvio delle procedure di mobilità. E ritengo sia giusto mettere in campo quanto sia possibile per sostenere questa lunga e difficile vertenza». 

Dello stesso avviso, i rappresentanti sindacali di Fim Cisl e Fismic, mentre sulla vertenza interviene anche il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella, che è intervenuto ieri presso il ministro Claudio Scajola, sollecitando «una soluzione chiara e definitiva per tutti i 170 lavoratori. Anche se solo alcuni sono della provincia di Matera - ha detto Stella - ritengo doveroso farmi interprete del loro grido di aiuto». 

«E’ del tutto comprensibile - fa sapere Giuseppe Giordano, dell'Ugl regionale - l’atteggiamento dei lavoratori della Lasme, i quali sono esasperati da questa realtà, dopo che dall’8 di agosto presidiano i cancelli della loro fabbrica».
FRANCESCO RUSSO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie