Domenica 17 Gennaio 2021 | 19:05

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'anniversario
Bari, auguri all’«Angiulli»: 115 anni di sport e di vita

Bari, auguri all’«Angiulli»: 115 anni di sport e di vita

 
PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Foggianel foggiano
San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

Lagopesole: zona Paip incompleta e con erbacce

Gli artigiani: «Di questo passo molti assegnatari dei lotti potrebbero rinunciare». Secondo quanto afferma la tabella posta all’inizio della zona i lavori dovevano finire entro il 22 gennaio del 2008 essendo iniziati a fine luglio del 2005. Ma, ad oggi la zona risulta ancora incompleta, piena di erbacce, tubi e materiale edile sparso fra i comparti, mucchi di terreno rimosso
• La replica del Comune: «Ritardi dovuti alla burocrazia ma provvederemo»
Lagopesole: zona Paip incompleta e con erbacce
di ANTONIO PACE 

LAGOPESOLE - La zona Paip Miracolo- Sarnelli, situata alle porte di Lagopesole lungo la strada provinciale per Rionero in Vulture è ancora incompleta. Secondo quanto afferma la tabella posta all’inizio della zona i lavori dovevano finire entro il 22 gennaio del 2008 essendo iniziati a fine luglio del 2005. Ma, ad oggi la zona risulta ancora incompleta, piena di erbacce, tubi e materiale edile sparso fra i comparti, mucchi di terreno rimosso e non livellato ecc. Solo le strade di accesso e quelle fra i lotti risultano essere asfaltate e illuminate di notte. 

La zona Paip di Miracolo-Sarnelli fu inserita e finanziata dal programma operativo della regione Basilicata del 200/2006 indicando il Comune di Avigliano, la Comunità Montana «Alto Basento» e la Provincia di Potenza, quali Enti attuatori del progetto. Il costo complessivo del finanziamento fu di circa 880 mila euro e comprendeva oltre che la delimitazione dei lotti anche e soprattutto i lavori di urbanizzazione. All’ufficio tecnico del comune di Avigliano, secondo alcune indiscrezioni, i lavori risultano terminati, mancherebbe solo la rete del gas, e quindi si potrebbe dare il via all’ulteriore assegnazione dei lotti agli artigiani che ovviamente aspettano per potersi insediare con le loro attività produttive. Attualmente, come riferisce il consigliere Tommaso Coviello, membro della commissione consiliare, i lotti sono in tutto 27 di cui 23 assegnati e 4 liberi. Dei quattro liberi risultano tre domande da verificare ed uno soltanto resterebbe disponibile. 

Per l’assegnazione dei lotti si segue un criterio inserito nel nuovo regolamento, ovvero, nel momento di inoltro della domanda si dovrebbe allegare un versamento in percentuale (circa 1.200 euro) al costo complessivo del terreno per poi eventualmente essere saldata al momento della stipula del contratto. Mediamente un lotto verrebbe a costare all’incirca 40mila euro. Il consigliere Coviello, facendosi carico delle problematiche degli artigiani ha sollecitato l’amministrazione comunale aviglianese affinchè si accorcino i tempi per l’assegnazione dei lotti individuati e completati. 

«Alcuni assegnatari potrebbero rinunciare – ha detto un artigiano che si è da poco insediato – perché nel frattempo si è abbattuta sul mondo imprenditoriale la crisi che tutti conosciamo e le banche hanno stretto le maglie creditizie. Senza finanziamenti, molti miei colleghi sono costretti a rimandare a tempi migliori la costruzione dei capannoni. Nonostante tutto – ha concluso l’artigiano - sono state presentate alcune domande di licenze edilizie e questi inizieranno presto la costruzione e quindi la produzione per dare un ulteriore impulso all’economia della zona da troppo tempo ferma». 

La zona Paip in questione è divisa in due dalla strada provinciale: il lato sinistro presenta alcune problematiche legate ai vincoli ambientali essendo la zona inserita nel perimetro dei vincoli ministeriali; l’altra si snoda lungo il lato destro della strada, non è soggetta ai rigidi vincoli ambientali, ma, presenta comunque alcuni problemi per la lungaggine dei lavori di urb anizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie