Sabato 23 Gennaio 2021 | 02:22

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Potenza, mister Capuano adesso chiede il massimo

«Quando si perde con un risultato così schiacciante la colpa sicuramente è dell’allenatore, anche se secondo me il risultato non è veritiero perché non rispecchia l’andamento generale della gara». Il tecnico, arriva in sala stampa da Picerno, accompagnato da Gragnaniello ed Aquino. Sui loro volti si vede visibilmente non solo la fatica dell’allenamento, ma anche una certa amarezza per quello che è accaduto al Liberati di Terni
Potenza, mister Capuano adesso chiede il massimo
di Rocco Nigro

POTENZA - «Quando si perde con un risultato così schiacciante la colpa sicuramente è dell’allenatore, anche se secondo me il risultato non è veritiero perché non rispecchia l’andamento generale della gara». Eziolino Capuano, arriva in sala stampa da Picerno, accompagnato da Gragnaniello ed Aquino, dove ha condotto il primo allenamento settimanale con circa mezz’ora di ritardo. Sui loro volti si vede visibilmente non solo la fatica dell’allenamento, ma anche una certa amarezza per quello che è accaduto al Liberati di Terni.

Si aspettano domande al «peperoncino» dai giornalisti, invece la discussione si tiene nel massimo del rispetto dei ruoli e con argomentazioni che cercano di fare l’esatta fotografia dell’incontro di Terni. Tra il tecnico ed i giornalisti si è cercato di capire dove sono stati commessi gli errori e per quali motivazioni. Tutte, per la verità riconosciute dal tecnico, il quale più volte con grande «onestà intellettuale», ci ha tenuto a ribadire che «gli errori commessi sono troppo grossolani per chi milita in un campionato di Prima Divisione». E quel ritardo con cui mister Capuano si è presentato in sala stampa vuole significare che d’ora in poi nel Potenza si fa sul serio.

Il «briefing» avuto nella serata di ieri tra la società, giocatori e l’allenatore senza tirarla più di tanto ha dato un chiaro e preciso messaggio. Tanto lavoro ed ogni minuto lasciato all’allenamento sarà prezioso per il lavoro di un’allenatore che è pronto ad assumersi in prima persona le colpe della sconfitta, ma oltrettutto è pronto a dire che i giocatori che coloro che «hanno sbagliato domenica scorsa a Terni non saranno in campo contro il Marcianise». Anche perché domenica prossima c’è una formazione, quella appunto del Marcianise a digiuno di risultati che vorrà giocarsi il tutto per tutto prima di far saltare la panchina del proprio allenatore. Dunque, mister Capuano contro la compagine casertana non vuole in alcun modo ripetere la prestazione vista dalla tribuna a Terni dove, a suo avviso, l’elemento cardine venuto a mancare è stata proprio la mancanza di concentrazione.

Domenica prossima pretenderà dai suoi una condizione atletica e tattica tale da «non lasciare nulla di intentato». Ma da parte di chi, visto che molti degli elementi, Lucenti ed Anderson in testa che avrebbero potuto fare la differenza non sono al meglio della condizione?. Sicuramente da Peppe Lolaico che Eziolino Capuano dice di essere rientrato nel gruppo e che definisce essere «un giocatore importante per l’economia generale della squadra, oltre che un cavallo da corsa fermo al box». Ma non è il solo. La difesa e Gragnaniello, anche lui in sala stampa pronto a fare il «mea culpa» e un centrocampo che ha tra le altre responsabilità ha pure, secondo mister Capuano «praticamente ignorato Frezza e la fascia destra, dove il giocatore aveva un’autostrada libera» per poter mettere le palle a De Cesare e soci. Da qui l’idea per l’allenatore rossoblu di apportare per domenica prossima dei correttivi tattici, per far si da prendere i tre punti e raggiungere quei sette punti in classifica che significherebbero una posizione di assolutà tranquillità per affrontare le successive gare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie