Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 08:57

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeNel Tarantino
Grottaglie, trovato cadavere in un capannone: indagato per omicidio colposo titolare ditta edile

Grottaglie, trovato cadavere in un capannone: indagato per omicidio colposo titolare ditta edile

 
BariL'emergenza
Bari, bufera sull’ospedale in Fiera. I sindacati: disastro annunciato

Bari, bufera sull’ospedale in Fiera. I sindacati: disastro annunciato

 
LecceSangue amaro
Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

 
BrindisiIl caso
Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Montalbano, nasce la riserva dei calanchi

di ENZO PALAZZO 
Giovedì in Comune l'audizione che ne definirà i confini. Da un’area fossile e dunque spenta si sta generando un’opportunità enorme grazie ai turisti che potranno arrivare. Si tratta di un pezzo di un’era geologica di circa un milione e mezzo di anni fa
• Si traccia il perimetro, inizio di un percorso di sviluppo globale
• I retroscena: un impegno svolto nel silenzio
Montalbano, nasce la riserva dei calanchi
di ENZO PALAZZO 

MONTALBANO JONICO - Pubblica audizione per la Riserva naturale del Geosito dei Calanchi. Domani, alle 18, tutti nella sala consiliare di corso Carlo Alberto, alla presenza dell’assessore regionale all’ambiente, Vincenzo Santochirico, perché si dà corpo al primo vero atto pubblico che porterà questa comunità verso la valorizzazione dei suoi argillosi calanchi. Il dna ancestrale di una terra antica e di una cultura che, a fasi alterne nei millenni della storia, ci ha visti invasori degli Enotri e sottomessi dei Romani, colti illuministi e briganti da sterminare, centro di traffici economici nel Mediterraneo dei Greci e l’esatto suo opposto: emigranti dell’Italia moderna. “Calanchi paesaggi dell’anima”, recita un cartellone stradale del Pit Metapontino, diventato messaggio emblematico di come negli ultimi anni gli stessi lucani abbiano cambiato i loro occhi e il loro approccio paesaggistico verso questa grande e stupenda area argillosa che è allo stesso tempo immagine caratterizzante di un luogo tipicamente lucano e controsenso incomprensibile della Basilicata, per l’ab - bandono in cui versano. Un cartellone che involontariamente anticipa il valore di questa importante iniziativa e che vede coinvolti in prima persona, oltre alla Regione, l’amministrazione cittadina e l’associazione Legambiente. 

Nella riunione cittadina verranno comunicati gli ambiti di questa futura e si spera imminente Riserva naturale: cioè i confini entro i quali si muoverà questa piccola area protetta che ha il centro in Montalbano Jonico e nel suo “Gesosito dei Calanchi”. Ovvero, un pezzo di un’era geologica di un’età impensabile mentalmente di circa un milione e mezzo di anni fa, uno strato di pleistocene medio di una tale purezza didattica e fossile da aver già richiamato scienziati e ricercatori geologici da mezzo mondo. Dando in tal modo un primo valore pratico alla futura Riserva naturale: il Geosito, infatti, oltre che scienza sarà anche un sicuro ritorno economico per la comunità. 

La Riserva naturale di Montalbano comprenderà tutta la parte scoscesa delle belle balze argillose, dai tornanti della strada provinciale 95 (un vero gioiello di architettura stradale segnalato dal Touring Club), fino alla contrada Iazzitelli, a nord-ovest, passando per la roccia della Petrolla. Dove si inerpica l’antico Tratturo del Re, strada di transumanze e di economie federiciane, se non romane, e i tanti incroci dei tratturi che collegavano i comuni dell’area fino “all’altro giorno”, prima che l’epoca dei motori prendesse il sopravvento sull’era dei calessi. Da un seme si genera un albero, da u n’area fossile, e dunque spenta da milioni di anni, si sta generando un’opportunità enorme per i montalbanesi (si pensi ai finanziamenti che arriveranno con l’area protetta e ai turisti che graviteranno), per i proprietari dei terreni coinvolti. Questi ultimi vedranno immediatamente quadruplicati i loro valori fondiari, e per chiunque vorrà produrre qualcosa, dall’olio alle marmellate ai fichi secchi. L’istituzione della Riserva naturale del Geosito dei Calanchi, infatti, potrà essere anche un marchio di commercializzazione di prodotti tipici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie