Martedì 09 Marzo 2021 | 05:56

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
LecceL'iniziativa
Leuca, hotel dedica stanza a Rena Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

Leuca, hotel dedica stanza a Renata Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
FoggiaL'iniziativa
8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

 
BariL'inaugurazione
8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

Valbasento nella morsa  del gas e delle centrali

di ENZO PALAZZO
Nella Val Basento, che è sito di bonifica di interesse nazionale senza soldi, visto che il Ministero per l'Ambiente ha cancellato i fondi per attuarla, il futuro sembra già segnato: la Regione, la Provincia e i diversi Comuni dell'area  non si sono opposti alla ministeriale Via, Valutazione di impatto ambientale, nè per la realizzazione delle due grosse centrali a gas di Salandra (400 mw) e di Pisticci (800 mw) nè per il progetto Geogastock del megastoccaggio di un miliardo di mc. di gas russo da "stipare" nei pozzi esauriti di metano tra Salandra e Ferrandina
• L’assessore all’Ambiente in guerra con le associazioni
• Tra business di rifiuti e energia le holding sponsorizzano le feste
Valbasento nella morsa  del gas e delle centrali
di ENZO PALAZZO

Una "Black Way" in Val Basento? Una "Via Nera", ovvero un futuro di industria dell'energia e dei rifiuti nell'area che cinquanta anni fa segnò l'illusione dell'industrializzazione della Basilicata? Miseramente fallita, come ci insegna la sua storia di cattedrali nel deserto e di rifiuti tossici abbandonati al suo interno. Sui quali è stata stesa non solo molta indifferenza ma, addirittura, secondo l'associazione Ambiente e Legalità di Annamaria Dubla, il manto d'asfalto per il decollo degli aerei della Pista Mattei. 

Nella Val Basento, che è sito di bonifica di interesse nazionale senza soldi, visto che il Ministero per l'Ambiente ha cancellato i fondi per attuarla, il futuro sembra già segnato: la Regione, la Provincia e i diversi Comuni dell'area (tranne il consigliere provinciale, Vito di Trani, Pd, che agli enti interessati ha ricordato persino la scadenza dei termini), non si sono opposti alla ministeriale Via, Valutazione di impatto ambientale, nè per la realizzazione delle due grosse centrali a gas di Salandra (400 mw) e di Pisticci (800 mw) nè per il progetto Geogastock del megastoccaggio di un miliardo di mc. di gas russo da "stipare" nei pozzi esauriti di metano tra Salandra e Ferrandina. 

«Un'opposizione promessa, almeno per il megastoccaggio - come ricorda la Ola, Organizzazione lucana ambientalista - dall'assessore regionale all'Ambiente, Vincenzo Santochirico, quando dichiarò che avrebbe eccepito il progetto perché‚ la Provincia di Matera non è dotata di un Piano di risanamento della qualità dell'aria». 

Piano tra l'altro necessario, una conditio sine qua non, per agire in un sito da bonificare, anche se non si capisce come e quando verrà redatto, visto che non esiste alcuna centralina di rilievo della qualità dell'aria. Questo Piano da redigere non sarebbe stato l'unico motivo per una possibile eccezione alla Via: la centrale di Salandra, ad esempio, verrebbe realizzata a circa 200 metri dalla centrale di compressione del gas del megastoccaggio. Anzi, secondo gli oppositori alla centrale di proprietà della Basento Energia (o meglio, degli americani della Forest Oil, gruppo che collabora con l'Eni), sarà troppo vicina all'impianto operativo della Geogastock. Già c'è chi dubita della tecnologia dello stoccaggio nei pozzi sotterranei, ma mettere una centrale che brucerà gas dove si comprime altro gas in quantitativi enormi, potrebbe evocare scenari apocalittici. 

E invece, non solo non ci si oppone alla Via, ma intorno ai pozzi esauriti, la Geogastock sta già provvedendo agli espropri dei suoli, in netto anticipo sui tempi necessari, visto che questo progetto di stoccaggio è legato all'oleodotto "South Stream", tra la Russia e l'Europa, via Mar Nero, appena sottoscritto nel recente summit ferragostano di Ankara, in Turchia. Su questo possibile destino da "pattumiera europea" della Val Basento, area altamente inquinata, sulla quale si vanno non a diradare ma ad aumentare le attività inquinanti, si inasprisce la distanza tra gli ambientalisti e il Dipartimento Ambiente della Regione. Con tendenza al peggioramento, in questo speciale borsino degli umori sociali, visto che in questi giorni viene messa, è il caso di dire, altra benzina sul fuoco: con delibera regionale 1449, del 5 agosto scorso, è stata ratificata l'intesa Stato-Regione con l'autorizzazione alla Gas Plus del permesso di ricerca di idrocarburi a Pizzo Sciabolone. Pizzo Sciabolone costeggia tutta l'area destinata al megastoccaggio di gas e delle due centrali. Permesso di ricerca vuol sostanzialmente dire sondaggi, esplosioni e piccoli sismi artificiali, più due domande spontanee: siamo tutti consapevoli di quali rischi gravitano intorno alle sponde spente del Basento? Ed è lecito e sicuro, per la salute pubblica, che in pochi km. quadrati il gas venga estratto, bruciato e compresso allo stesso tempo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie