Domenica 17 Gennaio 2021 | 05:22

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

Il presidente Stella paga il viaggio in India ai parenti di Falcone

di FILIPPO MELE
Dal 20 al 27 settembre, Giovanni, la moglie (da cui è separato) Silvy e la figlia Denise, voleranno in India per riabbracciare Angelo (detenuto in India per droga dal 2007; ndr). È stato questo stesso padre angosciato ad annunciarlo: «Debbo ringraziare il presidente Stella (il presidente della Provincia, Franco Stella; ndr) che, a titolo personale, si è assunto l’onere di viaggio e soggiorno. È rimasto incredulo quando ha saputo che Silvy e Denise non abbracciavano il figlio ed il fratello dal 9 marzo di 2 anni fa»
Il presidente Stella paga il viaggio in India ai parenti di Falcone
ROTONDELLA - Giovanni Falcone, padre di Angelo, detenuto in India dal 9 marzo 2007, con l’amico Simone Nobili, con l’accusa di traffico di stupefacenti, è apparso rinfrancato dopo la “Giornata dei diritti umani ricordando Angelo Falcone” organizzata dal Comune. Nel corso del dibattito, cui hanno preso parte il consigliere regionale Antonio Di Sanza, i segretari regionali dell’Idv, Michele Radice, e dei Radicali, Maurizio Bolognetti, il presidente della Provincia, Franco Stella, il consigliere provinciale Serafino Di Sanza, il sindaco Vincenzo Francomano, l’ex sindaco Vito Agresti, è venuta fuori una notizia che per la famiglia è importantissima. 

Dal 20 al 27 settembre, Giovanni, la moglie (da cui è separato) Silvy e la figlia Denise, voleranno in India per riabbracciare Angelo. È stato questo stesso padre angosciato ad annunciarlo: «Debbo ringraziare il presidente Stella che, a titolo personale, si è assunto l’onere di viaggio e soggiorno. È rimasto incredulo quando ha saputo che Silvy e Denise non abbracciavano il figlio ed il fratello dal 9 marzo di 2 anni fa». 

La Provincia, però, si muoverà anche in forma istituzionale organizzando un convegno sul rispetto dei diritti umani nel mondo e per la tutela dei 3 mila connazionali detenuti, spesso i condizioni estreme, in carceri straniere. Ma, al battagliero Giovanni non basta: «A settembre chiederò una commissione parlamentare di inchiesta su ambasciate e consolati per capire come funzionano. E spero che il sen. lucano Guido Viceconte, vicepresidente della Commissione diritti umani, mi riceva dopo tante sollecitazioni». 

Intanto, si attendono il parere del ministero della Giustizia sulla proposta dell’on. Elisabetta Zamparutti sulla possibilità di espiare in Italia le pene per gli italiani condannati in Stati esteri ed il processo di appello in India.

FRANCO STELLA: SULLA VICENDA E' SCESO UN SILENZIO INTOLLERABILE
«Sono in prima fila, come cittadino e come presidente della Provincia, al fianco di Giovanni Falcone e della famiglia perché Angelo non rimanga un giorno di più nelle carceri dell’India». Impegni forti quelli assunti da Franco Stella, sul “Caso Falcone”, nel corso della “Giornata dei diritti umani ricordando Angelo Falcone”. «La Costituzione italiana, e le Leggi e le Convenzioni internazionali che regolano la materia dei diritti umani e civili - ha concluso Stella - ci impongono di risolvere definitivamente la questione. Il rispetto e la dignità, l’onore e la libertà, sono beni che vanno tutelati e difesi. Sulla vicenda è sceso un silenzio intollerabile».
FILIPPO MELE

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie