Sabato 16 Gennaio 2021 | 01:54

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Potenza: ecco tutti gli stipendi dei dirigenti del S. Carlo

di MASSIMO BRANCATI
Il più ricco è Luigi De Trana che nel 2008 ha percepito 132.244 euro lordi, seguito da Marcantonio Paciello (125.446). Nel rispetto della legge sulla trasparenza sono stati resi pubblici i redditi e le giornate di assenza di medici e dirigenti. Il San Carlo è l’unico in Basilicata ad aver risposto a tutte le chiamate della legge 69 del 18 giugno 2009. Tutto sul sito web
Potenza: ecco tutti gli stipendi dei dirigenti del S. Carlo
di MASSIMO BRANCATI 

È cominciato il monitoraggio del ministro Brunetta per individuare gli enti locali «omertosi». Amministrazioni pubbliche che non hanno comunicato i dati relativi a stipendi dei dirigenti, alle assenze e altre informazioni che riguardano l’attività degli uffici. La legge 69 del 16 giugno scorso impone la pubblicazione nei rispettivi siti internet di questi dati ma, come abbiamo riferito nell’edizione di venerdì scorso, la Basilicata ha ignorato la normativa. Ci sono situazioni, come quelle del Comune di Potenza, in cui vengono segnalati gli emolumenti ma non le assenze, e altre (la Regione e le due Province) che soltanto ora hanno cominciato a raccogliere i dati. C’è solo un caso in cui la risposta all’indicazione di Brunetta è stata completa. E nei tempi stabiliti (entro la fine di luglio): è l’ospedale San Carlo di Potenza che sul proprio sito web, al banner «operazione trasparenza», ha riportato tutti i dati richiesti e in forma dettagliata. 

Un lavoro, piuttosto complesso, coordinato dal direttore del personale Cristiana Mecca d’intesa con la direzione strategica aziendale, in particolare con il direttore amministrativo Antonio Pedota. Non solo gli emolumenti (divisi per stipendio base, retribuzione di posizione unificata, retribuzione di risultato e altre voci) ma anche i tassi di assenza che, come si legge sulla circolare 3 del 2009, riguardano il mese e vengono individuati rapportando il numero dei giorni di assenza complessivi al numero dei giorni lavorativi del mese di riferimento. Nel computo delle assenze dovranno essere calcolati insieme, in modo indifferenziato, tutti i giorni di mancata presenza lavorativa, a qualsiasi titolo verificatasi (malattia, ferie, permessi, aspettativa, congedo obbligatorio) del personale dell’ufficio o unità organizzativa (compreso il dirigente). Il dato relativo alla presenza dovrà emergere dal rapporto percentuale tra il numero dei giorni lavorativi complessivamente prestati dal personale dell’ufficio o unità organizzativa (compreso il dirigente) e il numero dei giorni lavorativi del mese di riferimento. 

Guardando il prospetto delle assenze al San Carlo scopriamo che nella quasi totalità dei casi la percentuale delle presenze è superiore: il totale, sommando i dati di tutti i dipartimenti e gli uffici, è di 64,09% di presenze contro il 35,9% di assenze. Se si entra più nel dettaglio emerge qualche situazione «anomala»: in Neonatologia Ti, per esempio, la percentuale delle assenze è superiore (52,50%) e in altri casi (Dh oncologico) siamo quasi in parità. Situazioni virtuose si registrano in Endocrinologia diabetica (81% di presenze), Bilancio e ragioneria (80%), gruppo operatorio (81%), Litotrissia (84%), Medicina del lavoro (77%). 

Quanto agli stipendi dei dirigenti (che pubblichiamo nel grafico in questa stessa pagina) nella «top five» dei guadagni troviamo al primo posto Luigi De Trana con 132.244 euro lordi percepiti nel 2008, seguito da Marcantonio Paciello con 125.446 euro, Ignazio Olivieri 124.221 euro. In questi casi, particolare, parliamo di direttori di strutture complesse in area chirurgica e di direttori di strutture complesse in area medica. Nell’area tecnica amministrativa il più ricco risulta Michele Sangiorgio con 114.711 euro, mentre tra i dirigenti di area medica gli unici a sfondare il muro dei 100 mila euro sono Francesco Pagliuca (119.699 euro), D o n at e l l o S a l vat o r e (107.252 euro), Nicola D’Alessandro (103.121 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie