Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:02

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
FoggiaL'operazione
Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Melfi, ferma la produzione Fiat

Lo sciopero dell'indotto «per il mancato pagamento del premio di produzione». Stamani, inoltre davanti ad alcuni stabilimenti dell’area industriale di Melfi sono stati organizzati dei presidi in attesa della riunione tra il gruppo torinese e i sindacati in programma nel pomeriggio a Roma. Sempre oggi prevista una riunione nello stabilimento lucano della Fiat «per esaminare il trasferimento di un ramo di azienda»
• La Fim della Basilicata: la Fiat a Melfi ha proposto una somma integrativa di 200 euro
Melfi, ferma la produzione Fiat
POTENZA – E' ferma anche oggi, e dalle 14 di martedì scorso, la produzione della «Grande Punto» nello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat, a causa dello sciopero di alcune aziende dell’indotto «per il mancato pagamento del premio di produzione». 
Lo ha reso noto il segretario provinciale di Potenza della Uilm, Vincenzo Tortorelli, secondo cui «per la Fiat si tratta di ferie anticipate, ma per noi è un 'senza lavoro', con tutto quello che ne consegue». 

Stamani, inoltre davanti ad alcuni stabilimenti dell’area industriale di Melfi sono stati organizzati dei presidi in attesa della riunione tra il gruppo torinese e i sindacati in programma nel pomeriggio a Roma. Tortorelli ha poi spiegato che l’Acm (il consorzio che raggruppa le aziende dell’indotto) ha «convocato giovedì prossimo, 23 luglio, alle ore 10, le organizzazioni sindacali per discutere la situazione occupazionale». 
Oggi pomeriggio è anche prevista una riunione nello stabilimento lucano della Fiat «per esaminare – ha concluso Tortorelli – il trasferimento di un ramo di azienda dell’Itca, stabilimento dell’area industriale in cui lavorano circa 140 persone, alla proprietà della Sata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie