Martedì 26 Gennaio 2021 | 07:48

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

La Basilicata dei vecchi  terra dei nonni buoni

di MIMMO SAMMARTINO 
La Basilicata è la regione con il primato dei nonni in Italia. Un primato numerico, ma anche di qualità: gli anziani lucani sono quelli che più di tutti seguono i nipoti. Da uno studio del pediatra Italo Farnetani, autore di molte indagini sulla famiglia, emerge che in questi giorni ci sono 8mila nonni lucani che sono in vacanza con i nipoti. La percentuale dei nonni in Basilicata è del 40,4% a fronte del 33% della media nazionale
La Basilicata dei vecchi  terra dei nonni buoni
di MIMMO SAMMARTINO 

Basilicata, terra di nonni. Non soltanto perché vanta un primato di persone longeve (il caso di nonna Lucia Lauria di Pietrapertosa, deceduta nei giorni scorsi, alla straordinaria età di 113 anni e quattro mesi, è solo il più eclatante). Il fatto è che qui gli anziani «recitano» anche un ruolo da protagonisti nel rapporto con figli e nipoti, fornendo un sostegno formidabile alle famiglie, supplendo alle tante assenze e deficienze delle pubbliche strutture e dei pubblici servizi. «In questo momento, per esempio, ottomila nonni lucani sono in vacanza con i loro nipoti»: lo rivela uno studio del professor Italo Farnetani, famoso pediatra, autore di pubblicazioni su grandi giornali e riviste, oltre che di numerosi manuali di successo. Tra essi: «Genitori primi pediatri», «Da zero a tre anni», «L'alimentazione del bambino», «Enciclopedia del genitore» (tutti testi editi da Mondadori). 
Il lavoro sui nonni è contenuto nel suo ultimo libro: «Nonni autorevoli» (Mondadori 2009). 

A dire di Farnetani, la Basilicata conserva, in questo campo, un primato ineguagliato in Italia. Intanto, è la regione nella quale c'è percentualmente il maggior numero di nonni, il 40.4%, a fronte di una media italiana del 33.3% e di una media del Sud del 34.9. In totale sono 143.904 (68.356 maschi e 75.548 femmine). Cinquecento sono nonni stranieri. E i nipoti? Complessivamente i nipoti lucani sono 590mila. Di loro, 109mila (il 76.3%) hanno meno di 14 anni. Percentuale, anche questa, sopra la media nazionale: nel Sud i nipoti con meno di 14 anni sono il 70.1%, in Italia il 71.6. Inoltre, i nonni e i nipoti lucani vivono più vicini. Anche in termini di abitazione. Più scarse, invece, le convivenze: in Basilicata sono il 3,9% (5.612 unità) a fronte di una media italiana del 7% e di una media del Sud del 6.8. 
Sono 50mila i nonni lucani che vivono a una distanza inferiore a un chilometro dai nipoti (34.8%, a fronte del 29.4 dell'Italia e del 32.6 del Sud). In 38.500 risiedono nello stesso comune: il 29% in Basilicata, contro il 24.7% del Sud e il 23.4 della media nazionale. 

C'è poi il capitolo «nonni affettuosi e disponibili» che, nella concretezza quotidiana, si traduce nella frequenza con cui gli anziani vedono i nipoti. In Basilicata sono 70.500 (49.3%) i nonni che vedono il nipote tutti i giorni (42.4% in Italia; 43.5% nel Sud). Ci sono inoltre 31mila nonni (21.5%) che si prendono cura dei nipotini mentre i genitori dei piccoli sono al lavoro. Solo l'Abruzzo può vantare una percentuale (di poco) più alta (22%): a fronte di una media del 17.2% nel Sud e del 24.4% in Italia. Inoltre risultano essere 40mila (27.7%) i nonni lucani che accudiscono i nipoti durante gli impegni occasionali dei genitori. Primato nel Mezzogiorno (la media è del 24.2% in tutto il Sud e del 24.5% sul piano nazionale). 

La società che tende a invecchiare e la famiglia che si trasforma (e talvolta si sfarina nell’urto con i frenetici tempi sociali) si trova davanti una nuova opportunità. Con i capelli d’argento. Saranno gli anziani (i nonni) che potranno salvare il mondo? Se non proprio il mondo, potranno aiutare a mantenere a galla almeno la barca sulla quale affrontiamo le quotidiane tempeste. Nel rapporto di affetto, in termini di riferimenti educativi, ma anche di complicità, che solo fra le generazioni alterne può instaurarsi. Così la Basilicata si è fatta laboratorio del Paese dei nonni buoni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie