Sabato 06 Marzo 2021 | 12:31

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCon la «Uno bianca»
Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

Criminalità, 69 rapine nel Barese in due anni: quattro condanne

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
PotenzaIndustria
Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Rotonda, dal 2006  azienda senza telefono  «Telecom paghi i danni»

di ANTONIO MASSARO
Dopo un trasferimento nel 2006 un'azienda non ha ricevuto il nuovo allacciamento perdendo clienti e guadagni. Nonostante tutto continuano ad arrivare bollette per una linea inesistente. «accertato il grave inadempimento contrattuale e il disservizio da parte della Telecom si chiede il risarcimento del danno patrimoniale quantificabile in 20mila euro» 
Rotonda, dal 2006  azienda senza telefono  «Telecom paghi i danni»
di ANTONIO MASSARO

ROTONDA - Dal 2006 attende una linea telefonica che non arriva. Un ritardo che ha creato non poche complicazioni ad una ditta di Rotonda che a causa della mancanza del telefono ha perso non pochi clienti e relativi contratti. Da qui si è scatenata una specie di «guerra» contro Telecom con una fitta corrispondenza epistolare che non ha portato ad oggi i risultati sperati. Falliti i tentativi di conciliazione la ditta di Ottica si è rivolta ad un legale. Ed ora attraverso un atto di citazione si chiede al colosso della telefonia un risarcimento danni di 20mila euro, oltre all’installazione dell’attesa linea telefonica. 

Ed ecco la storia raccontata dalla signora Maria Antonietta Di Paola, titolare del centro ottico in questione. «In data 24 ottobre 2006, avendo trasferito la mia attività commerciale da corso Garibaldi a via Roma, sempre a Rotonda, ho fatto richiesta alla Telecom di trasferire anche l’utenza telefonica. Ad oggi nonostante i continui solleciti e le promesse della Telecom l’attività commerciale è priva di telefono». «La Telecom ha risposto - prosegue Di Paola - che appena ottenute le autorizzazioni mi avrebbe contattata per concordare tempi e modalità di attivazione del collegamento. Ma nonostante tale comunicazione e nonostante non avessi il telefono ho continuato a ricevere solleciti di pagamento e fatture anche per il 2007. In tutto questo la sottoscritta, tramite legale ha fatto presente gli evidenti disagi ed i comprensibili danni di immagine di visibilità ed economici che ne sono derivati. Ad esempio l’impossibiità per i clienti di fissare appuntamenti telefonici anche con il nostro oculista». 

«O il fatto - prosegue arrabbiata - Di Paola - che la nostra ditta non può utilizzare il servizio della carta di credito e dei bancomat. In tutto questo sono continuati a piovere solleciti di pagamento per una linea inesistente». Da qui la citazione alla Telecom a comparire davanti al tribunale di Lagonegro. In primo luogo «per ottenere l’immediato riallaccio dell’utenza telefonica» e subito dopo «accertato il grave inadempimento contrattuale e il disservizio da parte della Telecom si chiede il risarcimento del danno patrimoniale quantificabile in 20mila euro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie