Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:55

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Contrada potentina isolata: la strada  sta franando

di SANDRO MAIORELLA 
La strada che porta da San Luca Branca a Potenza è franata in più punti. Quelle interne tutte da risistemare. Come trasporto pubblico c'è una sola corsa mattutina collega la contra al capoluogo. Troppo poco per le necessità dei residenti. In questi giorni nella contrada si stanno svolgendo alcuni piccoli interventi di manutenzione stradale ma i problemi rimangono ancora molti
Contrada potentina isolata: la strada  sta franando
di SANDRO MAIORELLA

POTENZA - Quando si parla di San Luca Branca è impossibile non pensare al Festival di arti pirotecnica «Fuochi nel Basento» che ogni prima domenica di settembre fa da «chiusura» all’estate lucana. Per tre giorni (oltre alla manifestazione pirotecnica, si celebra anche la festa in onore della Madonna delle Grazie) questa piccola ma laboriosa contrada (complessivamente sono circa trecento i residenti) ad una «manciata» di chilometro dal capoluogo diventa il centro di attrazione con migliaia di turisti che la prendono d’assalto per trovare i posti migliori in attesa dei fuochi o visitare la contrada. Tutto questo nel primo week end di settembre, il resto dell’anno la situazione cambia diametralmente evidenziando i problemi tipici delle zone rurali dell’hinterland potentino. Strade dissestate con frane in movimento, mancanza di collegamenti con mezzi pubblici, nessun intervento sull’ar redo urbano o di pulizia delle strade, ma soprattutto la mancanza di un allaccio alla rete fognaria principale con il risultato di scaricare a valle sui terreni creando una situazione difficile sotto l’aspetto igienico sanitario. Qualcosa si sta comunque facendo. In questi giorni nella contrada si stanno svolgendo alcuni piccoli interventi di manutenzione stradale ma i problemi rimangono ancora molti. 

«In effetti - ha commentato Anna Maria Rinaldi - quotidiana- mente dobbiamo affrontare una serie di probl ematiche che condizionano molto la vita della contrada. Uno dei problemi che sentiamo maggiormente la totale assenza di mezzi pubblici che colleghi San Luca Branca con il capoluogo. C’è una sola corsa mattutina alle 7.15, una per il ritorno intorno alle 14 e poi più nulla. Questo ci costringe a prendere sempre e comunque la macchina per raggiungere Potenza. Per accompagnare i bambini a scuola visto che non si può mandarli con l’unica corsa, per fare la spesa, ma anche per una semplice passeggiata». Eppure a un paio di chilometri c’è la Cittadella di Bucaletto, capolinea Cotrab con tante corse a disposizione allungare il tragitto oppure creare corse «navette» non dovrebbe essere un grosso problema. 
strada franata nel Potentino
«C’è anche il deposito della Cotrab - ha sottolineato Vittorio Telesca ha meno di tre chilometri da San Luca ma sembra come se non esistessimo. Ci sentiamo dimenticati anche se la soluzione di legare la nostra contrada alle corse per Bucaletto non mi sembra poi così difficile da attuare». «Per noi sarebbe comodo - ha osservato Maria Rosaria Lovallo - che ci fosse qualche corsa in più. Non chiediamo la luna ma un paio la mattina ed altrettante il pomeriggio sarebbero un grosso aiuto per l’intera comunità. Non prendere la macchina servirebbe anche ad evitare l’aumento del traffico urbano in città. Si parla tanto di utilizzare i mezzi pubblici per non intasare Potenza ed evitare lo smog, ma da queste parti non se ne vedono». 
Il discorso del mezzi pubblici si lega inesorabilmente a quello della viabilità interna ed esterna. In entrambi i casi i problemi sono evidenti. Già sulla strada che collega San Luca Branca al Capoluogo i segni premonitori non mancano. «Una strada appena rifatta, risistemata in più punti - ha commentato Mimmo Telesca, residente nella contrada e titolare di un pub della zona - e puntualmente franata. Sono trent’anni che conviviamo con questa suituazione. Questa volta probabilmente l’errore è stato nella scelta sbagliata del periodo in cui sono iniziati i lavori». 

Una frana profonda a metà strada, tante piccole durante il tragitto rendono difficile, soprattutto nel periodo invernale il transito delle vetture. Ma la situazione all’in - terno della contrada non è migliore. «Anche se qualche lavoro è stato appaltato e qualcuno già concluso - ha sottolineato Maria Rosaria Lovallo - i problemi rimangono. Neve e ghiaccio rendono difficile il traffico sulle stradine interne ma anche sulla ripida discesa che porta nel centro abitato venedo da sud. Abbiamo più volte chiesto la messa in sicurezza ma per il momento senza ottenere risposte. Strade e pulizia delle stesse: altre legame che a San Luca Branca sembra dimenticato. 

«Il lavoro di ripulitura delle erbacce dal ciglio stradale - ha spiegato Giuseppe Telesca - la facciamo direttamente noi residenti. Purtroppo l’Acta si limita al ritiro dei rifiuti e gli operai del Comune o legati ad esso, non si sono mai visti. Il problema è serio soprattutto nei periodi di pioggia. Per le strade, già di perse sconesse, si creano piccoli “torrenti” che vanno spesso a finire nelle abitazioni. Una necessità alla quale non ci possiamo sotrarre». Mezzi pubblici strade ma anche mancanza di una sufficente illuminazione pubblica e nessun luogo di socializzazione. «Per i giovani che risiedono nella contrada - ha commentato Anna Maria Rinaldi - non ci sono punti di aggregazione. Quelli motorizzati si spostano autonomamente. Quelli più piccolo sono costretti quotidianamente a farsi accompagnare a Potenza per frequentare palestre, corsi o semplicemente per fare spese».

(foto Tony Vece)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie