Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:08

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
FoggiaL'operazione
Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Tagli a scuole lucane ecco i paesi a rischio

di MIMMO SAMMARTINO 
Una ventina non hanno i numeri per mantenere le medie. Elementari senza i numeri in 7 centri e in 8 contrade. In 8 paesi niente scuole per l’infanzia. «Regione e Province farebbero bene a discutere della bozza che sta per essere proposta e che penalizza la Basilicata»
di MIMMO SAMMARTINO 

POTENZA - Fra 2010 e 2011 almeno venti comuni lucani non avranno alunni sufficienti per mantenere la scuola media, 7 comuni perderanno le elementari e altri 8 plessi non avranno i numeri nelle frazioni. Otto comuni avranno meno dei 12 iscritti richiesti nelle scuole dell’infanzia. Questi i conti dell’Anci lucana-Piccoli Comuni, al cospetto dei criteri e dei parametri sul dimensionamento della rete scolastica. Criteri che saranno formalizzati entro la metà di giugno. 

Per salvare il salvabile, molti piccoli centri dovranno adattarsi alla costituzione di pluriclassi. Altri centri dovranno accorpare le scuole: ma spesso i borghi di montagna, pur vicini in linea d’aria, restano fra loro distanti e mal collegati. Mentre tutto questo sta avvenendo, sottolineano all’Anci-Piccoli Comuni, prevale una distrazione generale sul problema. 

«Regione e Province - affermano - farebbero bene a discutere della bozza che sta per diventare operativa. Se cade l’attenzione generale, la Basilicata rischia di trovarsi in una grave situazione di penalizzazione sul fronte dell’istr uzione». 

Non avrebbero i numeri per le elementari, secondo stime Anci, centri come Calvera, Carbone, Fardella, Cersosimo, San Costantino Albanese, Cirigliano e Oliveto Lucano. Oltre alle frazioni di Potenza (Cerreta), Marsicovetere, Maratea, Melfi, Savoia di Lucania, Castelsaraceno, San Severino (qui sono due: Mezzana e Cropani). 
Non ci sarebbero i numeri per le medie invece ad Aliano, Calciano, Armento, Carbone, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Cersosimo, Fardella, San Costantino Albanese, San Martino d’Agri, Sasso di Castalda, Savoia di Lucania, Teana, Trivigno, Craco, San Giorgio Lucano, Abriola, Guardia Perticara, Noepoli e Rapone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie