Giovedì 21 Gennaio 2021 | 09:45

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
FoggiaL'operazione
Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

Ricettazione e riciclaggio auto: 10 arresti a Foggia, giro da 100mila euro al mese

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Intesa sui precari dell'indotto Fiat-Melfi

Saranno rinnovati fino al 31 luglio i 25 contratti a termine alla Plastic components (ex Ergom) e i 32 della Magneti Marelli – due aziende di Melfi (Potenza) dell’indotto Fiat – in entrambi i casi in scadenza oggi: lo ha reso noto il presidente di Confindustria Basilicata, Attilio Martorano, al termine di un incontro informale con Cisl, Uil e Ugl, che si è svolto nel pomeriggio a Potenza
Intesa sui precari dell'indotto Fiat-Melfi
POTENZA - Il gruppo Magneti Marelli «apre» alle richieste dei sindacati lucani, annunciando in serata il rinnovo dei contratti a termine in scadenza in due aziende dell’indotto di Melfi (Potenza) della Fiat, la Plastic Components (ex Ergom) e la Sistemi sospensioni, accantonando quindi l’ipotesi, in particolare nel primo caso, di una sostituzione con operai dello stabilimento di Pomigliano d’Arco (Napoli) del gruppo torinese.

L'annuncio, dato dal presidente di Confindustria Basilicata, Attilio Martorano, arriva dopo 72 ore di intense trattative, proteste e qualche momento di tensione ai cancelli degli stabilimenti dell’indotto: allo sciopero nella Plastic (da lunedì sera) e nella Sistemi sospensioni (da mercoledì pomeriggio) si sono poi aggiunti tre giorni al blocco della produzione per «senza lavoro» nello stabilimento di Melfi della Fiat, che proseguirà anche nel terzo turno di stasera, dalle ore 22 alle ore 6.

Il gruppo Magneti Marelli ha quindi «aperto» alle richieste «sui rinnovi e sulla tutela dell’occupazione» poco dopo le ore 18 di oggi, in concomitanza con un incontro informale convocato dalla Confindustria: ma all’appello, per i sindacati, mancano ancora 13 contratti a termine scaduti 15 giorni fa alla Plastic. Questo potrebbe essere motivo di discussione nelle prossime ore, ed elemento per un prolungamento dello sciopero che bloccherebbe, di conseguenza, ancora la produzione della Grande punto nello stabilimento di Melfi della Fiat per «senza lavoro». 

Per il segretario generale della Basilicata della Fim Cisl, Antonio Zenga, si tratta infatti di «un sensibile passo in avanti ma ancora non sufficiente a sbloccare definitivamente la trattativa». Ma i segretari nazionali e regionali della Fismic, Roberto Di Maulo e Marco Roselli chiedono alle organizzazioni sindacali «uno sforzo unitario per evitare contrapposizioni che risulterebbero incomprensibili all’opinione pubblica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie