Domenica 17 Gennaio 2021 | 08:10

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

i più letti

Matera, il fallimento incombe su Nicoletti

Il 26 la decisione del Tribunale. Non sono mancate prese di posizione e anche qualche inutile polemica. Ma secondo la segretaria della Cgil, Manuela Taratufolo, «la vicenda è stata ed è vissuta male dal nostro territorio, dai nostri lavoratori, dalla nostra economia locale e regionale, da Confindustria e dagli stessi sindacati perché è una sconfitta per tutti
Matera, il fallimento incombe su Nicoletti
MATERA - Lo spettro del fallimento incombe sull’industria di divani Nicoletti. Il 26 la decisione del Tribunale di Matera. Non sono mancate prese di posizione e anche qualche inutile polemica. Ma secondo la segretaria della Cgil, Manuela Taratufolo, «la vicenda Nicoletti è stata ed è vissuta male dal nostro territorio, dai nostri lavoratori, dalla nostra economia locale e regionale, da Confindustria e dagli stessi sindacati perché è una sconfitta per tutti in quanto, con la chiusura di questa realtà, sono venuti meno tutti quegli sforzi e sacrifici dei lavoratori che avevano riposto in questa realtà le speranze di un presente e di futuro solidi e duraturi; è venuta meno quella peculiarità che connotava e contraddistingueva l’economia del Materano: il salotto, ideato, nato e realizzato in casa nostra ed esportato in tutto il mondo oltre che nel territorio nazionale; è venuta meno una fetta consistente della nostra economia locale, che dava lavoro a molte famiglie e che produceva effetti positivi per la nostra regione. Il nostro territorio si è potuto fregiare del fatto che a Matera si produceva un prodotto originale, made in Italy, fatto da braccia materane altamente professionalizzate, pagate da contratto, utilizzando materie prime di qualità.

Anche la parte sociale avrebbe da dire la sua sul fatto che, magari, relazioni sindacali più sostanziali e non solo meramente formali, avrebbero contribuito a determinare un corso diverso, meno negativo, agli eventi, ma la storia non si fa con i forse con i se o i ma. Le valutazioni o le accuse a posteriori servono solo ad alleggerire le responsabilità che ciascuno, per la propria parte, ha e quindi non sono né utili né portatrici di effetti positivi. In questa fase, sarebbe più opportuno concentrare le forze per iniziare a costruire, credendoci seriamente, un progetto di reindustrializzazione. Né giova attendere altro tempo per dare ascolto sostanziale, e non solo formale, alle denunce lanciate dai lavoratori del mobile imbottito che, tramite i sindacati di categoria, hanno fatto rilevare gravi illegalità nel loro settore nonché la necessità di procedere ad organizzare interventi finalizzati a rilanciare i siti in crisi dell’apparato produttivo del mobile imbottito.

Sarebbe opportuno guardare con responsabilità al fatto che gli ammortizzatori sociali sia per i 430 lavoratori della Nicoletti sia per tutti i lavoratori di altri importanti marchi di questo settore, nel Materano, stanno volgendo al termine: non possiamo permetterci l’errore di giungere impreparati, senza proposte fattive, alla fine degli ammortizzatori sociali. Non lo meritano né i lavoratori, né il nostro territorio né la nostra economia. La solidarietà verbale verso questi lavoratori non è più sufficiente. I sindacati, unitariamente, hanno lanciato con insistenza le loro proposte. Sta ora alle Istituzioni, a qualsiasi livello, e alla Confindustria lucana, volere praticare il recupero del lavoro e la ripresa di u n’economia necessaria al territorio materano. In quel caso, tanto le Istituzioni quanto Confindustria non avrebbero il diritto di proferire alcuna parola o accusa. Il Governo centrale non può defilarsi su questa vicenda, né possono sottrarsi coloro che hanno potere per costruire le basi del rilancio necessario alla nostra economia, al nostro territorio e ai nostri lavoratori.

Per «sostenere la ripresa delle aziende del mobile imbottito» del polo materano «serve uno sforzo comune», dichiara invece il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli. «Anche alla luce della drammatica vicenda Nicoletti, particolarmente significativa nel panorama della economia locale - aggiunge Tortorelli - è necessario dar vita a un organismo che costituisca un concreto sostegno a tutte le imprese in crisi. Uno strumento necessario per aiutarle a individuare in anticipo i segni di sofferenza economica e finanziaria e a scegliere gli strumenti più idonei a fronteggiare l’insolvenza, per far modo che la recessione in atto non si trasformi in devastazione definitiva dei patrimoni aziendali, del know-how di collaboratori e lavoratori, delle risorse familiari e anche affettive di questa comunità». Dello stesso tenore le dichiarazioni del consigliere regionale Pa - squale Di Lorenzo, del Pdl, vice presidente della III Commissione consiliare alle Attività produttive, secondo il quale occorre dare impulso e concretezza al processo di reindustrializzazione dello stabilimento della Nicoletti, per allontanare definitivamente lo spettro della dichiarazione di fallimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie