Venerdì 22 Gennaio 2021 | 21:25

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Potenza, proteste per il degrado di Poggio tre galli

Il rione è al centro di vari progetti di riqualificazione, ma la questione delle passerelle resta ancora irrisolta. Tra i residenti c’è chi rivendica un risarcimento: «Se quelle strutture hanno fatto questa fine non siamo noi i responsabili»
Potenza, proteste per il degrado di Poggio tre galli
di MASSIMO BRANCATI

POTENZA - Il quartiere è al centro di progetti di riqualificazione, ma continua a fare i conti con le passerelle tra un edificio all’altro. Strutture che cadono a pezzi. Avrebbero dovuto svolgere una funzione di collegamento tra i negozi presenti nella zona, ma alla lunga i pochi esercizi commerciali che avevano aperto hanno anche chiuso e le passerelle sono diventate sinonimo di incuria, alcune addirittura a pericolo di crollo, luoghi di abbandono sociale e di degrado ambientale. Motivo: per anni è stato impossibile sapere chi dovesse occuparsene. 

I cittadini in virtù della convenzione del Comune con le cooperative cui erano stati dati in concessione per 99 anni i terreni, o l’amministrazione cittadina? Nel rimpallo di responsabilità sono caduti pezzi di intonaco e blocchetti di cemento sulla strada sottostante, dove spesso giocano bambini, fino a quando, nell’ambito del Por, quattro di esse sono state demolite. 
Potenza, degrado
Il fatto è che quelle passerelle sono costate bei soldi e ora qualche vecchio abitante del quartiere vuol chiederne conto all’amministrazione. «Nel 1978 mia madre sborsò circa 4 milioni e mezzo di lire per oneri di urbanizzazione, dunque anche per le passerelle», denuncia un cittadino, sostenendo che solo due o tre dei passaggi sopraelevati erano pericolanti, gli altri necessitano solo di una manutenzione che il Comune negli anni ha prima sostenuto spettasse a sè e poi ai residenti proprietari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie