Giovedì 21 Gennaio 2021 | 06:29

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Elezioni, sono 900 tra Potenza e Matera

Nelle due province è questo il numero complessivo dei candidati. A Potenza, cinque in corsa per una poltrona di presidente, 550 per 30 posti di consigliere. A Matera, per il numero esatto delle liste bisogna attendere ancora. Oggi si dovrebbero sciogliere gli ultimi nodi. Sembrano sei al momento i candidati alla presidenza. Non si ricandida l’uscente, Carmine Nigro
Elezioni, sono 900 tra Potenza e Matera
POTENZA - Cinque in corsa per una poltrona di presidente, 550 candidati per 30 posti di consigliere provinc iale. La campagna elettorale per la Provincia di Potenza si annuncia quartiere per quartiere, se si considera che alle scorse elezioni, nel Potentino, si sono recati alle urne in 216mila e che, conseguentemente, c’è un candidato ogni poco meno di 400 votanti. Situazione complicata, dunque, ma non tanto per la presenza di 19 liste (alla precedente tornata elettorale erano altrettante a sostegno di 8 candidati presidenti) ma per il «rimescolamento di carte » negli schieramenti avvenuto in alcuni casi anche immediatamente a ridosso delle decisioni elettorali.

Il centrosinistra
(di cui è espressione il presidente uscente, Sabino Altobello che passa la mano nonostante i giudizi positivi sul suo operato) si ripresenta con una leggera riduzione die propri confini politici. Non solo Il Prc (che alla scorsa tornata ottenne il 4,5 per cento dei consensi) ma quando per l’in - cognita della «scissione » o dell’«esodo» che dir si voglia originatosi all’inter no del Pd con lo strappo dell’ex segretario regionale della Margherita, Roberto Falotico e la nascita di «Dec», Democratici e Cattolici da cui proviene ora il candidato presidente appoggiato dal centrodestra, a cui si richiamano anche altre formazioni ora in coalizione alla Regione col centrosinistra.

Così, sebbene più o meno tutti mostrino serenità e ottimismo, è forte la tensione (e l’inco gnita elettorale) tra i due schieramenti che iniziano a mostrare i «muscoli » in termini di liste (al momento sono 9 per il centrosinistra e 6 per il centrodestra) e si sfidano sul tema del rinnovamento a colpi di età: 31 anni per il segretario Pd Piero Lacorazza, 32 per il suo avversario Aurelio Pace. La scelta di appoggiare Pace, però, non è stata indolore anche per il centrodestra se è vero, come è vero, che il Movimento per l’Autono - mia e la civica «Altra città», espressione di quell’area politica, hanno scelto di correre da sole sostenendo Savino Murro alla presidenza.

L’allontanamento, in questo caso, è stato generato proprio dal mancato gradimento di candidature di vertice tanto alla Provincia quanto al Comune capoluogo, di persone fino a poco tempo fa dall’altra parte della barricata. Ma il Pdl ha scommesso sul fatto che i voti di falotichiani dintorn sono superiori a quelli di quest’area e, soprattutto, valgono doppio in quanto si tratta di voti sottratti all’av ve r s a r i o. Nel «calderone», non confluiscono, invece, i consensi dell’U d c. Già la volta scorsa Avevano corso da soli nel 2004, ottenendo il 5,4 per cento dei voti, e con il mutato quadro nazionale la conferma della scelta sembra quasi ovvia. L’uo - mo di punta, candidato alla presidenza, è il segretario provinciale Palmiro Sacco. Sostenuto dalla sola lista dle suo partito anche Gerardo Melchionda del Prc. Ma anche in questo caso c’è un problema di cambiamento di geometrie: dal partito sono usciti i vendoliani che hanno dato vita a Sinistra e Libertà, che sostiene Lacorazza.


QUI MATERA - Per il numero esatto delle liste bisogna attendere ancora. Oggi, si dovrebbero sciogliere gli ultimi nodi. Sembrano sei al momento i candidati alla presidenza della Provincia. Non si ricandida l’uscente, Carmine Nigro, che però con a lista dei Popolari Uniti appoggia il candidato del centro sinistra Franco Stella, direttore dell’Api da 30 anni. Lo sosterranno anche il Pd, l’Italia dei valori, i Socialisti, i Verdi e una Lista del presidente. Ieri sera, era tardi quando si discuteva per raggiungere u n’intesa con il cartello al quale fanno riferimento il Movimento per la Sinistra, Sinistra Democratica, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani. Se decidono di correre da soli potrebbero candidare presidente l’ex assessore regionale Gianni Rondin o n e.

Insomma, potrebbero essere sei o sette le liste che sostengono Stella, Sono cinque, invece, quelle che portano il candidato presidente del centrodestra, avvo cat o Nuccio Labriola. Si tratta del Pdl, Udeur (nei giorni scorsi il partito è stato commissariato da Clemente Mastella con l’ex senatore Corrado Danzi), i Popolari Liberali, Fiamma tricolore con la Destra di Francesco Storace e la lista Nuova Italia di Daniela Santanchè. Barra al centro dell’Udc con il candidato presidente Vin - cenzo Ruggiero. Stessa area per Alleanza democratica di centro, ma non c’è ancora l’ufficialità sul candidato presidente anche se gli occhi sono tutti puntati sul consigliere regionale Rosa Mastrosimon e. sarà l’ex senatore Saverio D’amelio a capeggiare il Movimento per l’autono - mia, una lista lucana.

E si chiama Grande Lucania, invece, la civica che candida presidente l’av vo c at o Leonardo Pinto. Se i conti si fermano qui, ovvero sei candidati presidenti, si può dire che il conto è inferiore di tre rispetto ai nove di cinque anni fa. Saranno invece più meno gli stessi Di conseguenza, i candidati al Consiglio provinciale, se le liste rimarranno
16, dovrebbero essere 384. I collegi sono 24, gli elettori 179.193, di cui 87.941 uomini e 91.252 donne.

Quanto ai candidati, a Matera, dove i collegi sono 6, circolano già alcuni nomi. Ne Pd Tommaso Mariani, Nico T rombetta, Aldo Chietera, Giovanna Vizziello, Gaeta - no Santarsia, Giuse ppe D’A l e s s a n d r o. Nel Pdl, siamo sempre a voci di corridoio, Saverio Acito, Augusto Tot o, Carlo Lorusso, Gianmi - chele Vizziello, E u s t a ch i o Tatar anni, Corardo Arfò. Le candidature alla Provincia provocano anche qualche riflesso politico al Comune di Matera. In una nota stampa comunale Giovanni Angelin o, indipendente, scrive di «aver consegnato nella mani del sindaco la delega allo Sport per motivi professionali, che non gli consentono di assolvere al meglio al compito assegnatogli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie