Giovedì 28 Gennaio 2021 | 09:18

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisil'operazione
Brindisi, mazzette in Tribunale: 6 arresti. Coinvolti anche 2 magistrati

Brindisi, mazzette in Tribunale: 6 arresti. Coinvolti anche 2 magistrati

 
Potenzatragedia
Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

 
BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Potenza, bidella sedusse un 16enne

di MASSIMO BRANCATI 
La vicenda risale al 2007. Da allora sono cambiate tante cose: la bidella (che chiameremo Anna) si è trasferita in Lombardia, il ragazzo (Fabio) continua a studiare nel capoluogo lucano. C'è di mezzo anche un neonato, giacché la donna ha deciso di portare a termine la gravidanza perché non l'ha mai considerata il frutto di un errore. Ha amato davvero Fabio. I genitori dell'ex alunno non hanno mai appoggiato questa relazione (avrebbero anche tentato di convincerla ad abortire). Per ora, l'unica accusa formalizzata in un'iniziativa giudiziaria è una querela sulla presunta aggressione della bidella a una fidanzatina di Fabio
Potenza, bidella sedusse un 16enne
POTENZA - Una passione irrefrenabile, un amore proibito. Lei bidella di 32 anni, lui studente di 16: si amano in clandestinità per tre mesi. Nessuna violenza, nessuna costrizione. I due parlano di un rapporto consenziente, cercato, voluto. Ancora oggi, a distanza di due anni dal loro primo incontro, ne riferiscono in questi termini. Ma era troppa la differenza di età, troppi i pregiudizi, gli ostacoli, le responsabilità. Sì, perché da quella loro unione è nato un bambino, una «tempesta » che ha travolto quell’amore vissuto con la leggerezza adolescenziale.

La vicenda risale al 2007 ed è accaduta a Potenza. Da allora sono cambiate tante cose: la bidella (che chiameremo Anna) si è trasferita in Lombardia, il ragazzo (Fabio) continua a studiare nel capoluogo lucano. La donna ha deciso di portare a termine la gravidanza perché non l’ha mai considerata il frutto di un errore. Ha amato davvero Fabio. Dice di amarlo ancora, convinta di essere ricambiata. Ha deciso di trasferirsi da parenti nel nord Italia per fuggire da pressioni, critiche feroci, polemiche. Ma, soprattutto, ha voluto allontanarsi da una città che aveva cominciato a trattarla come «un’untrice» e che avrebbe additato il bambino come il «prodotto» di una colpa imperdonabile. 

Ma c’è dell’altro. I genitori di Fabio si sono messi di traverso. Appena saputo della gravidanza hanno costretto il figlio a tagliare i ponti con Anna e avrebbero minacciato la donna, chiedendole di abortire, paventando anche una denuncia per violenza sessuale. Per ora, l’unica accusa formalizzata in un‘iniziativa giudiziaria è una querela sulla presunta aggressione della bidella a una fidanzatina di Fabio. Anna ha deciso lasciare Potenza. Ma non dimentica il suo amore acerbo: «Fabio - racconta - non sembrava un ragazzino, era un uomo fatto. È stato lui a corteggiarmi, mi scriveva lettere e bigliettini, mi faceva regali. Alla fine ho ceduto». 

Anche Fabio, che ha compiuto da poco 18 anni, conferma di averla amata: «Sì, ma non mi sentivo e non mi sento pronto per essere padre. Sono ancora troppo giovane. Se non fosse rimasta incinta forse saremmo rimasti insieme. Anche se i miei genitori sarebbero stati contrari». 

Sulla vicenda la psicologa del tribunale dei minorenni di Potenza, Assunta Basentini, parla di «una dinamica di tipo incestuoso quando ci sono differenze d’età così marcate. Anche se, a parti invertite, probabilmente la storia farebbe meno rumore».
MASSIMO BRANCATI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie