Martedì 26 Gennaio 2021 | 04:21

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Piazza Marconi già dimenticata

di DONATO MASTRANGELO
Matera indignata: alberi non potati, erbacce e cartacce e poi quelle panche in pietra che molti accostano a delle bare per la loro forma. L’area è stata oggetto di un progetto di recupero finanziato con i fondi dei Progetti integrati di sviluppo urbano, ma permangono delle riserve circa la fruibilità da parte dei cittadini
• «Quelle panchine fredde come bare»
Piazza Marconi già dimenticata
MATERA - Alberi non potati, erbacce e cartacce nelle aiuole e poi quelle panche in pietra, antiergonomiche e prive di spalliera che molti accostano a delle bare per la loro forma. Piazza Marconi rischia di diventare uno dei paradossi degli interventi di riqualificazione in città. Perchè se è vero che l’area, sede per tanti anni del mercato ortofrutticolo, è stata oggetto di un progetto di recupero finanziato con i fondi dei Progetti integrati di sviluppo urbano, va rimarcato che permangono delle riserve circa la sua effettiva fruibilità da parte dei cittadini. Colpa di un intervento di riqualificazione che forse non ha soddisfatto appieno le esigenze dei residenti oppure della incuria nella quale la piazza versa a distanza di pochi mesi dal suo restyling? Probabilmente un po’ tutti e due gli aspetti ma, alla luce delle reiterate osservazioni qualche correttivo potrebbe essere apportato.

Ci vorrebbe qualche idea associata a piccoli accorgimenti, per rendere più fruibile la piazza dedicata al fisico inventore del telegrafo senza fili. Tra le altre lamentele raccolte che riguardano la zona circostante l’asfalto realizzato da poco su via Marconi e che già si sta sgretolando in vari punti e la segnaletica verticale che andrebbe ottimizzata in corrispondenza delle traverse di via Marconi. Uno dei nodi da sciogliere per piazza Marconi come per altre aree verdi della città è legato proprio alla cura e alla manutenzione. «L’Am ministrazione comunale - afferma Giuseppe Cotugno di Federconsumatori - ha portato a compimento alcune opere che erano già state appaltate dalla precedente Giunta cittadina. Questo è un fatto positivo ma sui cosiddetti luoghi di aggregazione sociale va risolta una volta per tutte la questione della gestione e della vigilanza. Penso a piazza Marconi ma anche al Boschetto. Servono un senso civico più spiccato per la cura e la tutela di queste aree ma anche efficaci politiche finalizzate alla gestione e alla vigilanza di questi luoghi».

Con l’approssimarsi della bella stagione si pone in maniera più accentuata il problema della cura del verde pubblico. L’assessore comunale all’Igiene e Ambiente, Michele Casino preannuncia che la macchina amministrativa per provvedere alla potatura degli alberi si è messa in moto. «L’Ammi - nistrazione - afferma Casino - ha messo in cantiere la potatura di circa 1600 piante che sono situate nella cinta urbana ». Rispetto al problema delle erbacce come in piazza Marconi come intende intervenire il Comune? «Stiamo già effettuando lo sfalcio delle erbacce - dice Casino - ma le cinque unità preposte a questo servizio, compreso qualche netturbino, sono insufficienti ». Insomma, come si suol dire, la coperta è troppo corta, ragion per cui Casino anticipa delle novità. «Al personale dell’Amministrazione adibito al taglio delle erbe e la pulizia delle aiuole, si aggiungerà a breve una ditta esterna alla quale verrà affidato il servizio attraverso un bando di evidenza pubblica. Stiamo parlando, per questo tipo di intervento, di un importo che si aggira sui 30-35 mila euro». Nei giorni scorsi il Comune ha annunciato anche di aver intensificato la pulizia nei Sassi e nel centro storico, attraverso lo sfalcio delle erbe lungo i percorsi e la pulizia delle aree d’ingresso alla città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie