Giovedì 28 Gennaio 2021 | 00:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Energia, la Basilicata presto indipendente

L'obiettivo regionale pone entro il 2020 l'autosufficienza energetica grazie all'implementazione di nuove fonti sostenibili ed il razionamento dei consumi. Attualmente sul territorio lucano si producono 489 Gigawatt/Ora da fonti rinnovabili, da impianti con una potenza installata di 282 Megawatt, che aumenteranno fino a 1.720 Megawatt

• «Dal Piear un supporto a famiglie ed imprese»
Energia, la Basilicata presto indipendente
POTENZA – Entro il 2020 la Basilicata raggiungerà l’autosufficienza energetica, principalmente con la produzione da fonti rinnovabili (il 60 per cento dall’eolico e il 20 dal solare fotovoltaico, per un totale di 2.778 Gigawatt/Ora annui) e la razionalizzazione dei consumi, attraverso l’attuazione del Piano di indirizzo energetico ambientale (Piear), approvato oggi dalla giunta regionale. 
Il Piear, illustrato nel pomeriggio a Potenza, nel corso di un incontro con i giornalisti, è «uno dei primi provvedimenti di questo tipo in Italia – ha detto il presidente della giunta regionale della Basilicata, Vito De Filippo – che si riferisce al settore pubblico e a quello privato, con una produzione di energia di qualità e sostenibile, da cui escludiamo categoricamente il nucleare». 
Attualmente sul territorio lucano si producono 489 Gigawatt/Ora da fonti rinnovabili, da impianti con una potenza installata di 282 Megawatt, che aumenteranno fino a 1.720 Megawatt entro il 2020. È prevista inoltre l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti degli edifici pubblici e la riduzione dei consumi e della bolletta energetica.

I PROGETTI 
«Punti fermi del documento sono la  sostenibilità ambientale del progetto e la previsione di  impianti ad alta tecnologia, ma soprattutto - ha sottolineato De  Filippo -  e un 'no' deciso al nucleare». Si parte dall’attuale produzione lucana di  energia, di cui solo un terzo (489 Gigawatt) deriva da fonti  rinnovabili: entro il 2020 i Gigawatt aumenteranno a 2.778, per  un terzo dall’eolico. Le cosiddette “pale” non potranno però  essere installate in aree protette, archeologiche e a rischio  sismico, e solo in zone con una velocità media annua del vento  non inferiore a cinque metri al secondo. Spazio anche a biomasse, idroelettrico ed energia solare, con  pannelli che saranno installati sugli edifici pubblici fino a  produrre, nel 2020, 359 Megawatt dai fotovoltaici, e incentivi  alla bioarchitettura. Il Piear, infine, prevede la  realizzazione, in Val d’Agri, di un Distretto energetico per lo  sviluppo della ricerca e dell’innovazione del settore, con la  creazione di un “centro permanente di formazione” e  l'insediamento di imprese specializzate nell’impiantistica e  nella componentistica. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie