Giovedì 21 Gennaio 2021 | 15:37

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BariIl caso
Bari, cartelle pazze? No, dalla Asl 35mila avvisi a caccia dei furbetti del ticket

Bari, cartelle pazze? No, dalla Asl 35mila avvisi a caccia dei furbetti del ticket

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Potenza, cede la strada «è colpa dell'acqua»

di SANDRO MAIORELLA 
Si apre una buca in Corso XVIII Agosto. Paura tra i cittadini, ma il Comune rassicura. L’Ufficio tecnico: «L’acqua non incanalata ha eroso il terreno e provocato il cedimento»
Potenza, cede la strada «è colpa dell'acqua»
di SANDRO MAIORELLA 

POTENZA - Corso XVIII Agosto, martedì mattina. Senza alcun preavviso parte del manto stradale (un paio di metri) recentemente sistemato cede di schianto aprendo una falla (il dislivello è di circa una ventina di centimetri) proprio al centro della carreggiata. Ovvio il disagio per residenti e per gli automobilisti che, pur senza la chiusura della strada, sono stati costretti, durante la fase di accertamento dei danni e dei primi interventi d’urgenza messi in atto da tecnici ed operai dell’ufficio tecnico comunale, a lunghi minuti di attesa visto il passaggio consentito in modo alternato ai veicoli sui due sensi di marcia. Insomma è bastata la pioggia insistente dei giorni scorsi, il passaggio di qualche mezzo pesante per creare questa ennesima difficoltà su un’arteria già interessata mesi fa, da lavori di consolidamento e miglioramento della carreggiata. 

Una buca di una certa consistenza, ricoperta provvisoriamente dagli operai comunali, proprio lì dove l’asf alto diventa più scuro, segno tangibile degli interventi precedenti che, visti i risultati, non sono riusciti proprio benissimo. Ma la colpa di questo cedimento, secondo i tecnici comunali, non è legata a lavori precedenti, alla qualità dei materiali usati o alla cattiva manutenzione. Il problema è ben più complesso. 
buca per strada a Potenza
«È il risultato - hanno spiegato dall’ufficio tecnico del Comune - dello sgrottamento sotterraneo provocato dalle acque reflue. Fino a poco tempo fa, queste acque non erano incanalate verso la fogna. I lavori portati avanti, mesi fa, da Acquedotto Lucano hanno risolto questo problema ma evidentemente, le acque sotterranee hanno fatto in tempo a erodere il terreno sotto la strada (sgrottamento, ndr) provocando questo cedimento». 

In pratica la strada non ha trovato più il terreno dove appoggiarsi ed è venuta giù. Un fatto che in qualche modo crea apprensione: si pensi che siamo in pieno centro storico con tante abitazioni presenti in zona. «Abbiamo fatto - hanno concluso dal Comune - una ampia indagine per verificare se ci potessero essere ulteriori problemi sia per la strada che per le abitazioni. Escludiamo che il problema possa ripetersi anche perché si è trattato di un fenomeno locale ben definito. La strada in quel punto era più debole, il passaggio continuo di mezzi anche di una certa entità, le pioggie di questi giorni, il ghiaccio e la neve delle settimane scorse sono stati tutti fattori che hanno contribuito a questa situazione». 
Escluse dunque, situazioni più gravi riguardanti alle abitazioni della zona, anche se un certo allarme, giustificato dall’attuale momento storico (la tragedia in Abruzzo) rimane evidente tra i cittadini.

(Foto Tony Vece)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie