Martedì 26 Gennaio 2021 | 23:30

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

Niente ricerca nucleare alla Trisaia

di FILIPPO MELE 
Il presidente Paganetto spiega quale sarà la nuova mission del centro: sempre sulle energie ma a tutto campo. Il presidente Enea ha avuto parole di elogio per le attività condotte in Basilicata e per i fruttuosi rapporti intrattenuti con le istituzioni
Niente ricerca nucleare alla Trisaia
di FILIPPO MELE 

ROTONDELLA - «È vero, la nuova mission dell’Enea prevede la ripresa delle attività di ricerca nel nucleare, ma posso assicurare che la Trisaia non ne sarà interessata. Il nucleare dell’Enea sarà studiato al centro di Brasimone, a circa 50 km da Bologna». Sono parole di Luigi Paganetto, presidente di quell'Ente nazionale per le energie alternative in “odore” di commissariamento. Una dichiarazione rilasciata ieri mattina in una conferenza stampa tenuta a Rotondella dopo il suo incontro con il personale, accompagnato dal direttore, Donato Viggiano. 

Il presidente Enea ha avuto parole di elogio per le attività condotte in Basilicata e per i fruttuosi rapporti intrattenuti con le istituzioni: «Noi abbiamo qui una risorsa straordinaria, i nostri ricercatori ed i nostri laboratori. Abbiamo, tuttavia, l’intenzione di valorizzare sempre di più i nostri siti periferici legandoli al territorio. Tenete presente, però, che il futuro tecnologico è quello energetico. L’energia farà da motore per l’innovazione scientifica. Basti pensare solo a quello che ha messo in campo a proposito il neopresidente degli Usa, Barack Obama» 

Energia sì, ma di quali settori? «Di tutti - ha risposto il massimo dirigente dell’ente di Stato -. Di tutti ed in concerto con tutti gli enti allo scopo deputati delle nazioni europee. Proprio noi abbiamo lanciato l’idea, accolta, di una Alleance europea per la ricerca nel settore energetico e per il miglioramento dell’efficienza energetica». Da qui, un nuovo richiamo al nucleare. Paganetto ha ribattuto così a chi gli ha dato del “nuclearista convinto”: «Io sono un fautore della ricerca nel comparto. Che non significa solo nucleare a scopi di produzione di energia ma anche per il settore medico e le applicazioni pratiche. Rimanere fuori da queste attività sarebbe controproducente per il sistema Paese complessivamente preso». 

A Rotondella, allora, su cosa si impegnerà la ricerca? «In tre campi trainanti. Il primo è quello del bioetanolo e dei biocarburanti. Noi siamo in un “Progetto industria 2015” come partner di privati che hanno candidato i nostri studi ai finanziamenti dello Stato. Il secondo campo è quello denominato “Basalto” in cui si studia come ridurre il ferro nelle costruzioni. Il terzo, infine, si occupa di come ottimizzare la fiamma, “Progetto Mild, con le ricerche sulla combustione mite”. Per condurre questi studi serviranno nuovi ricercatori che si stanno formando proprio alla Trisaia con i master finanziati dalla Regione. Nuovi ricercatori - ha assicurato Paganetto - che rimarranno qui per portare a termine le loro attività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie