Sabato 16 Gennaio 2021 | 13:50

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Baristalking
Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 

i più letti

Sparò a Cc Matera tradito dalle mozzarelle

Lo scorso ottobre i carabinieri di Matera interruppero un furto di mezzi industriali. I criminali si diedero alla fuga in auto e spararono contro i militari dell'Arma, che risposero al fuoco. Riuscirono a sfuggire agli arresti dileguandosi a piedi ma - grazie anche alla scoperta di un sacchetto di un caseificio di Andria - oggi è stato arrestato l'uomo che avrebbe sparato: un andriese, di 42 anni
• Foggia, svaligiata agenzia assicurazione
Sparò a Cc Matera tradito dalle mozzarelle
MATERA - Un sacchetto di plastica di un caseificio di Andria, con alcuni scontrini fiscali, è stata determinante per l’identificazione e l’arresto, avvenuto stamani, di Francesco Sgarra, di 42 anni, considerato uno dei partecipanti ad un conflitto a fuoco con i Carabinieri, in provincia di Matera, il 14 ottobre dello scorso anno. Particolari delle indagini che hanno portato all’arresto di Sgarra sono stati illustrati oggi ai giornalisti, a Matera. I ladri rubarono un autocarro nella zona di Ginosa (Taranto): furono inseguiti prima dal proprietario del mezzo e poi dai Carabinieri, che intercettarono alla periferia di Matera un’automobile “Audi A4” rubata nel Riminese nel 2005. 

Dall’auto furono sparati colpi di arma da fuoco contro i militari, che risposero al fuoco: tutti rimasero illesi. I ladri abbandonarono l’auto e fuggirono a piedi, facendo perdere le tracce: sulla vettura, però, i Carabinieri trovarono il sacchetto con gli scontrini emessi dal caseificio e tracce di saliva e di sudore su un indumento. Nel bagagliaio dell’auto, i Carabinieri trovarono anche refurtiva e attrezzi utilizzati dai ladri. Anche ricorrendo ad indagini su alcune frequenze telefoniche, i Carabinieri hanno identificato Sgarra, arrestato su ordine del gip di Matera, Rosa Bia, su richiesta del pm di Matera, Valeria Farina Valaori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie