Lunedì 25 Gennaio 2021 | 12:45

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

 
PotenzaNel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 
Tarantonel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
BariIl furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Matera, che promozione per la città turistica?

di EMILIO SALIERNO 
Il progetto si è concluso il 30 novembre scorso ed è costato alle casse pubbliche tre miliardi delle vecchie lire. Un Piano marketing e comunicazione quasi faraonico, ma in pochi sanno come, quando e dove si è concretizzato
• Quali attività prevedeva il bando
Matera, che promozione per la città turistica?
di EMILIO SALIERNO 

MATERA - Duemila quattrocento t-shirt con il logo turistico della città dei Sassi distribuite negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate. È una delle iniziative del Piano Marketing e Comunicazione denominato “Attività e servizi di comunicazione e promozione verso l’esterno e supporto ad iniziative di attrazione turistica del Comune di Matera”. Tra le azioni che pare siano state garantite, la stampa di 40mila guide della città (in italiano, inglese e tedesco), 40mila schede “fo l d e r ”, 15mila mappe della città, manifesti 6x3 affissi nelle principali città del Centro e del Sud Italia. Il municipio, su nostra richiesta, fa sapere che è stata condotta una campagna pubblicitaria sui principali quotidiani e riviste nazionali e internazionali, oltre agli annunci radiofonici sulle emittenti nazionali. Tra le attività del Piano marketing e comunicazione, anche il sito turistico www.turismomatera.it, la mostra del fotografo francese Georges Rousse, dal titolo “Tour d’un monde”. 

Il progetto, apprendiamo dal Comune, si è concluso il 30 novembre 2008. L’Ati aggiudicataria del piano per il marketing è composta da Officine Rambaldi, società capofila che fa capo a Carlo Rambaldi, con sede legale a Rimini e sede operativa a Potenza. Le altre società sono Kpr&Key (Roma), Fit Consultino (Roma) e Pan Service (Potenza), ognuna con un ruolo specifico nel progetto, chiarisce il Comune. Referente del progetto è Claudio Paternò, delegato di Officine Rambaldi. Dunque, questo è stato fatto per il Piano turistico, mentre sono in fase di liquidazione quasi tutte le fatture emesse dalle ditte appaltatrici, per un ammontare di circa 1,5 milioni di euro. Sulla gestione del Piano marketing, da tempo, c’è qualche perplessità sollevata dai partiti di opposizione, in particolare dal gruppo consiliare del Pd. 
Matera di notte
«Durante tutto il 2008 – dice Luca Braia, consigliere comunale del Pd – sono state puntualmente ignorate le richieste di informazioni e di documentazione, fatte dal nostro partito, dalle società locali del settore e da varie associazioni, finalizzate a comprendere quali sono state le azioni di marketing che grazie a questo bando, costato alla collettività circa 3 miliardi delle vecchie lire, sono state avviate a Matera. Nessuna informazione, neanche superficiale, è stata data né ai consiglieri comunali nè alla cittadinanza materana, circa le azioni di marketing messe in campo e contenute nella proposta progettuale che, d’intesa con questa amministrazione e con gli esperti nominati, ha subito nel corso dei mesi uno stravolgimento da quella originaria, che è risultata vincente nella gara di appalto. Ogni investimento che si rispetti, deve avere un sistema di monitoraggio che ne misuri l’efficacia; ogni campagna promozionale, per avere successo, deve risultare riconoscibile, coinvolgere da una parte tutti coloro che ne rappresentano l’obiettivo (potenziali turisti), dall’altra, coloro che rappresentano l’o ggetto della promozione materiale, cioè i Sassi, il Parco della Murgia, il castello, gli ipogei, le chiese rupestri, compreso i cittadini materani e la loro ospitalità». 

Il Comune ha dato delle risposte, almeno al nostro giornale, ma restiamo sulle tracce «visibili» di quanto fatto per la promozione della città. 
Sassi di Matera«Le attività previste dal bando dovevano essere inderogabili, ma non è stato così – aggiunge Braia – . Questa amministrazione ha candidamente rinunciato a ben 600 mila euro di prodotti, pur avendo il diritto a richiederli, tra cui brochure e video su ben 6 filiere turistiche, spot negli aeroporti, kit turistici di Matera. Vorremmo sapere quali sono stati i quotidiani nazionali e internazionali scelti per la promozione. Per gli spot promozionali, bisognerebbe capire dove sono andati in onda. U n’altra cosa prevista dal bando, che non è stata tenuta presente, è non aver creato le condizioni per autofinanziare, negli anni, la promozione turistica. Anzi, il Comune, lo scorso mese, ha comprato con soldi di bilancio, per 15.000 euro, un pannello a Bari Palese dopo aver speso 1,5 milioni di euro per la promozione. Incredibile. Come impresa che ha partecipato al bando, essendo titolare di una società che opera nel settore della comunicazione, non posso fare a meno di evidenziare che l’associazione di imprese che ha vinto la gara, ha avuto la "fortuna" di incontrare una commissione che, stravolgendo la quantità e la tipologia delle forniture previste, si è ritrovata con la possibilità di fornire, magari, servizi immateriali che hanno un minor costo reale e un maggiore valore aggiunto. Sul piano politico, ritengo che questo cambio di strategia e di richieste meritasse una discussione con la città, del resto preannunciata ma mai effettuata, e una ridefinizione degli indirizzi, ma non è stato fatto nulla nè prima del cambio né durante l’appalto e neanche dopo. Nella mia interrogazione comunale chiedo di sapere in dettaglio tutto quanto è stato prodotto con il Piano marketing, per confrontarlo con quanto previsto dal bando, per poi tirare le somme».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie