Mercoledì 03 Marzo 2021 | 06:26

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Carrera: «Con Juve Stabia cerchiamo continuità»

Calcio Bari, Carrera: «Con Juve Stabia cerchiamo continuità»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa nuova sede
Crac Popolare Bari, il processo durerà un anno: previste 60 udienze in Fiera

Crac Popolare Bari, il processo durerà un anno: previste 60 udienze in Fiera

 
LecceUn 28enne
Estorsioni, a Surbo faceva inginocchiare le vittime e le sequestrava: in cella

Estorsioni, a Surbo faceva inginocchiare le vittime e le sequestrava: in cella

 
Bat
Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

Bisceglie, Guardia costiera sequestra 8mila ricci di mare: tutti rigettati in mare

 
Covid news h 24Il virus
Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 149 nuovi positivi su 1776 tamponi: un morto

Coronavirus in Basilicata, 149 nuovi positivi su 1776 tamponi: un morto

 
BrindisiIl caso
Brindisi, tartaruga in vasca del Petrolchimico: salvata dai vigili del fuoco

Brindisi, tartaruga in vasca del Petrolchimico: salvata dai vigili del fuoco

 
FoggiaIl caso
Foggia, omicidio del tabaccaio Traiano: il minore, presunto assassino, fa scena muta

Foggia, omicidio del tabaccaio Traiano: il minore, presunto assassino, fa scena muta

 
MateraLa decisione
Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

Ambiente, firmata l'intesa: così Matera diventa «Plastic Free»

 

i più letti

Chi uccise bandito inseguito dai Cc?

BARI - Dopo aver rubato una cassa bancomat nel centro commerciale di Potenza, i banditi (Vavalle, Cutrignelli, Valerio e Santoro) si diedero alla fuga, inseguiti dai carabinieri. Nel conflitto a fuoco rimase ucciso uno dei banditi. Ora, dalle indagini è invece emerso che i presunti ladri non avrebbero utilizzato le armi e che i fori di proiettile sulla «gazzella» dei carabinieri sarebbero stati provocati dai colpi esplosi da uno dei militari
Chi uccise bandito inseguito dai Cc?

Il Tribunale del riesame di Potenza ha rimesso in libertà uno dei pezzi da novanta della criminalità predatoria del quartiere San Paolo di Bari, Nicola Vavalle, 44 anni, detto «Pacchione», arrestato lo scorso febbraio perchè considerato responsabile insieme ad altri complici del furto di un bancomat.

I giudici potentini hanno accolto il ricorso presentato dai difensori di Vavalle, gli avvocati Massimo Roberto Chiusolo e Gaetano Sassanelli, annullando l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 20 febbraio dal gip di Potenza, Rocco Pavese, su richiesta del pm Henry John Woodcock. Lo stesso tribunale ha invece confermato il provvedimento di detenzione in carcere nei confronti del coindagato Michele Cutrignelli, 52 anni.

I fatti contestati risalgono alla notte tra il 7 e l’8 maggio 2007 quando - stando alla ricostruzione dell’accusa - Vavalle insieme a Cutrignelli, a Nicola Valerio, 32 anni, ora libertà e a Teodoro Santoro, 51, morto per le ferite riportate quella notte, dopo aver rubato una cassa bancomat nel centro commerciale «Galassia» di Potenza, si diedero alla fuga su un Fiat Ducato e su un’auto di appoggio, inseguiti dai carabinieri. Sulla superstrada Basentana, secondo la versione dei carabinieri, i malviventi avevano imbracciato le armi e fatto fuoco per proteggere la fuga. Alla risposta dei militari Santoro era rimasto ferito a morte.

Dallo sviluppo delle indagini è invece emerso che i presunti ladri non avrebbero utilizzato le armi e che i fori di proiettile sulla «gazzella» dei carabinieri sarebbero stati provocati dai colpi esplosi da uno dei militari impegnati nell’inseguimento con lo scopo di giustificare il ricorso alle armi contro i fuggitivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie