Sabato 20 Ottobre 2018 | 08:33

NEWS DALLA SEZIONE

E' ai domiciliari
Bari, a spasso con 50 grammi di cocaina nei boxer: in manette

Bari, a spasso con 50 grammi di cocaina nei boxer: in m...

 
Commercio
Bari, dopo 66 anni chiudestorica salumeria De Carne«Il marchio lo porto con me»

Bari, dopo 66 anni chiude storica salumeria De Carne «I...

 
Il nodo intramoenia
Ospedali, il giallo visite a pagamentodei medici: le Asl non forniscono i dati

Ospedali, il giallo visite a pagamento dei medici: le A...

 
Svolta nelle indagini
Pizzaiolo di Gravina uccisoa Ravenna: fermato straniero

Pizzaiolo di Gravina ucciso a Ravenna: fermato stranier...

 
Operazione Ragnatela
Bari, blitz della Finanza contro usurai: 5 arresti, sequestrati beni

Bari, blitz della Gdf contro clan usurai Capodiferro: 5...

 
Aveva 31 anni
Bari, cadavere di georgianopescato nel molo S. Antonio

Bari, cadavere di georgiano
pescato nel molo S. Antonio

 
Il bando
Bari, sfrattati e sostegno agli affitti: il Comune stanzia 300mila euro

Bari, sfrattati e sostegno agli affitti: Comune stanzia...

 
Il riconoscimento
Il fotografo barese Luca Turi riceve la cittadinanza onoraria di Durazzo

Il fotografo barese Luca Turi riceve la cittadinanza on...

 
La proposta
Test d’ingresso a Medicina? Abolirli (per ora) è impossibile

Bari, test d’ingresso a Medicina? Abolirli (per ora) è ...

 
Il reportage
Bari, gli alloggi abusivi traslocano dal Libertà a San Pasquale

Bari, gli alloggi abusivi traslocano dal Libertà a San ...

 
In via Corridoni
Senzatetto abbandona valigia per fare doccia: falso allarme bomba a Bari vecchia

Senzatetto abbandona valigia per fare doccia: falso all...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

il giallo

Corato, anziana morta forse
una rapina finita nel sangue

È stato il figlio a trovarla in casa

Corato, anziana morta forse una rapina finita nel sangue

giuseppe cantatore

CORATO -  Se si sia trattato di morte violenta oppure no, sarà l’autopsia a stabilirlo. L’unica certezza: Teresa Di Palma, un’anziana di 87 anni, è stata trovata senza vita all’interno dell’abitazione in cui viveva da sola. Ma i contorni del giallo esistono. E l’intera città è sgomenta.

A scoprire il cadavere della donna è stato uno dei suoi tre figli. Come ogni giorno, di buon mattino l’uomo si è recato presso la casa della madre in via Marzabotto, una traversa di via Ruvo poco lontana dal liceo artistico «Federico II - Stupor mundi», per controllare che stesse bene e verificare se avesse bisogno di qualcosa.

Appena entrato, l’uomo ha scoperto il corpo senza vita della donna. Sconvolto, ha subito chiamato i soccorsi, ma gli operatori del 118 giunti sul posto hanno purtroppo potuto solo constatare la morte. Insieme ai soccorritori sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Corato che per diverse ore hanno effettuato i rilievi all’interno dell’abitazione della donna. Al termine delle operazioni, l’appartamento è stato posto sotto sequestro.

Poco o nulla è trapelato sullo stato in cui è stato ritrovato il corpo dell’anziana. Da indiscrezioni, però, sembrerebbe che la vittima presentasse alcune ferite la cui natura dovrà ovviamente essere accertata. Proprio per questo motivo, una volta informato dell’accaduto, il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Trani, Alessandro Donato Pesce, ha disposto l’autopsia.

La salma è stata così ricomposta e trasportata presso l’istituto di medicina legale di Bari dove nei prossimi giorni, forse già tra oggi e domani, verrà effettuato l’esame cadaverico. Di qui potranno emergere le prime risposte che chiariranno quando e soprattutto come è morta l’anziana donna.

Da parte degli investigatori bocche cucite e massimo riserbo sulla vicenda. Per tutta la giornata di ieri i carabinieri hanno proseguito con le indagini, andando a caccia di indizi e testimonianze in grado di chiarire l’accaduto. Le prossime ore potrebbero essere decisive per capire cosa sia realmente accaduto.

In città, come già detto, la notizia della morte di Teresa Di Palma ha destato inquietudine. Qualcuno residente nella zona ha riferito che potrebbe trattarsi perfino di una rapina finita nel sangue. Per altri si tratta di una leggenda metropolitana. Gli investigatori si chiudono nel classico «no comment». Certo, il fenomeno delle rapine consumate ai danni degli anziani soli nelle proprie abitazioni è all’attenzione degli inquirenti da tempo anche a Corato, un problema che desta allarme sociale e ripropone il tema della sicurezza urbana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400