Lunedì 22 Ottobre 2018 | 16:03

NEWS DALLA SEZIONE

L'ultimo saluto
Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci mancherà il tuo sorriso»

Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci man...

 
emergenza roghi
Terra dei fuochi, in prima linea i comitati e le associazioni

Terra dei fuochi anche a Bari: in prima linea i comitat...

 
Ad Altamura (Ba)
Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

 
Ad acquaviva delle fonti (Ba)
Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari un 34enne

Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari...

 
L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si fa, polemica

 
Lavoro
Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: scadono 280 contratti

Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: sca...

 
Protesta a Bari
Disabili, addio palestra: la squadra di basket in carrozzina in strada:«Comune Bari accontenta gli amici»

Disabili, squadra  di basket in carrozzina per strada. ...

 
In via Brigata Regina
Bari, scontro tra moto e auto: muore un ragazzo di 17 anni

Bari, terribile scontro tra moto e auto: muore un ragaz...

 
Ad Acquaviva delle Fonti (Ba)
Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, arrestata

Ruba al mercato due carte di credito con relativi pin, ...

 
Divisa in 50 panetti
In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mola di Bari

In auto con 26kg di droga, arrestato pregiudicato a Mol...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

via Sparano

«Pace per le palme
ma ridateci le panchine»

Commercianti preoccupati e cittadini affaticati

«Pace per le palmema ridateci le panchine»

di Daniela D’ambrosio

In giro per via Sparano, «curiosando» attraverso le recinzioni del cantiere propedeutico alla ristrutturazione della via dello shopping. Le palme non ci sono più, con buona pace di tutti i comitati in difesa, che nulla hanno potuto nonostante le battaglie. I «vasconi» sono stati demoliti, le piante hanno trovato altra dimora e trasferimenti e rimozioni hanno portato via anche la pur minima possibilità di sosta e riposo per cittadini e visitatori alle prese con gli acquisti.

Ed è stata questa l’unica domanda, pressante, va detto, a cui è andato incontro il sindaco, che ieri mattina ha pensato, anche lui, di andare a «curiosare» tra i lavori del cantiere. A fermarlo per sottoporgli il «quesito sedute» non solo i baresi a spasso, ma anche più di un commerciante preoccupato tanto dell’invasività delle recinzioni, che saranno rimosse a brevissimo, quanto della mancanza di zone di sosta, con dicembre alle porte.

Come sarà possibile affrontare le maratone del regalo di Natale senza una sola panchina? Come sarà possibile sopravvivere a una giornata di acquisti senza una pausa? Vero è che via Sparano è stata per lunghi anni la strada delle «vasche», quelle interminabili passeggiate in su e in giù da corso Vittorio Emanuele a piazza Umberto al servizio degli incontri, personali o professionali che fossero, e che a quei tempi nessuno si è mai posto il problema delle panchine, ma si sa, i tempi cambiano come cambiano le mode. Oggi la panchina è l’argomento del giorno, il «problema» che ha superato le povere palme, già archiviate nella memoria. E le panchine sono in arrivo: cinquanta da sparpagliare lungo tutta la strada. E chissà che, al momento della rimozione, non diventino anche loro oggetto di un comitato in difesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400