Lunedì 21 Gennaio 2019 | 06:17

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

via Sparano

«Pace per le palme
ma ridateci le panchine»

Commercianti preoccupati e cittadini affaticati

«Pace per le palmema ridateci le panchine»

di Daniela D’ambrosio

In giro per via Sparano, «curiosando» attraverso le recinzioni del cantiere propedeutico alla ristrutturazione della via dello shopping. Le palme non ci sono più, con buona pace di tutti i comitati in difesa, che nulla hanno potuto nonostante le battaglie. I «vasconi» sono stati demoliti, le piante hanno trovato altra dimora e trasferimenti e rimozioni hanno portato via anche la pur minima possibilità di sosta e riposo per cittadini e visitatori alle prese con gli acquisti.

Ed è stata questa l’unica domanda, pressante, va detto, a cui è andato incontro il sindaco, che ieri mattina ha pensato, anche lui, di andare a «curiosare» tra i lavori del cantiere. A fermarlo per sottoporgli il «quesito sedute» non solo i baresi a spasso, ma anche più di un commerciante preoccupato tanto dell’invasività delle recinzioni, che saranno rimosse a brevissimo, quanto della mancanza di zone di sosta, con dicembre alle porte.

Come sarà possibile affrontare le maratone del regalo di Natale senza una sola panchina? Come sarà possibile sopravvivere a una giornata di acquisti senza una pausa? Vero è che via Sparano è stata per lunghi anni la strada delle «vasche», quelle interminabili passeggiate in su e in giù da corso Vittorio Emanuele a piazza Umberto al servizio degli incontri, personali o professionali che fossero, e che a quei tempi nessuno si è mai posto il problema delle panchine, ma si sa, i tempi cambiano come cambiano le mode. Oggi la panchina è l’argomento del giorno, il «problema» che ha superato le povere palme, già archiviate nella memoria. E le panchine sono in arrivo: cinquanta da sparpagliare lungo tutta la strada. E chissà che, al momento della rimozione, non diventino anche loro oggetto di un comitato in difesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400