Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 21:08

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

arresti a bari

Rapinarono gioielleria
e sequestrarono ragazza

carabinieri

BARI - Il 25 settembre dello scorso anno avrebbero fatto irruzione in una gioielleria a Bitetto (Bari), sequestrando la figlia del titolare e portando via alcuni preziosi: è il motivo per cui tre baresi sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Modugno (Bari), con il supporto di unità cinofile e di personale del comando provinciale. Gli arrestati, ai quali è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Bari, sono Riccardo Antonio Corsini, di 45 anni, Nicola Fanelli, di 33 anni, e Nicola Angiola di 47. I tre sono accusati di sequestro di persona, porto illegale di armi e rapina.

Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, il 25 settembre i tre fecero irruzione in una gioielleria di Bitetto e, dopo aver immobilizzato ed imbavagliato la figlia della titolare, la costrinsero ad entrare nel bagno del negozio minacciandola con una pistola. Il gruppo si sarebbe così impossessato di alcuni gioielli contenuti nella cassaforte dileguandosi nelle strade adiacenti. Sulle tracce dei presunti rapinatori si sarebbe arrivati analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza delle attività commerciali della zona, prima e dopo la rapina, e raccogliendo una serie di testimonianze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400