Domenica 20 Gennaio 2019 | 07:28

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 

Il libro di Pierluigi Battista

«Mio padre era fascista»
vince il Premio Tatarella

«Mio padre era fascista» vince il Premio Tatarella

BARI - Lo scrittore ed editorialista del Corriere della Sera Pierluigi Battista, con 'Mio padre era fascistà (Mondadori), ha vinto la prima edizione del Premio di saggistica politica Pinuccio Tatarella. La cerimonia finale si è svolta nel Teatro Petruzzelli in una serata presentata da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro.

Gli altri finalisti sono stati Giovanni Valentini con 'La scossà (Longanesi) e Franco Cardini con 'L'ipodrisia dell’Occident' (Laterza), vincitore del premio speciale della stampa pugliese.

Presenti in platea la signora Angiola Tatarella, moglie del leader scomparso, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, autorità civili e militari, e il governatore della Puglia Michele Emiliano che ha ricordato come grazie a Tatarella «la politica barese abbia riscoperto la politica popolare e l’attenzione per gli ultimi e le periferie».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400