Domenica 20 Gennaio 2019 | 12:45

NEWS DALLA SEZIONE

Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

fatti del 2005-2006

Esamopoli, pm di Bari
«Da prescrivere i reati
su compravendita esami»

Esamopoli,  pm di Bari «Da prescrivere i reati  su compravendita esami»

BARI - Tutti prescritti i reati contestati nel processo cosiddetto 'Esamopolì sulla presunta compravendita di esami alla facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Bari. I fatti si riferiscono al 2005-2006. A più di 6 anni dall’inizio del processo è stata la stessa Procura a chiedere al Tribunale di dichiarare la prescrizione a carico di tutti i 32 imputati e per tutte le accuse, associazione per delinquere, concussione (riqualificata in induzione indebita a dare o promettere utilità), corruzione, falso e rivelazione del segreto d’ufficio. Tra gli imputati per i quali nella prossima udienza del 28 giugno il Tribunale - se accogliesse le richieste di accusa e difese - potrebbe dichiarare la prescrizione, ci sono gli allora docenti di matematica Massimo Del Vecchio e Pasquale Barile, oltre a dipendenti amministrativi dell’università, bidelli, studenti e genitori.

Secondo la Procura di Bari esisteva un vero e proprio tariffario, con un costo tra i 700 e i 3mila euro per ogni esame superato, per un giro d’affari complessivamente stimato in oltre 50mila euro in 8 mesi. Le indagini, nell’aprile 2009, portarono all’arresto di sei persone e ad altrettanti provvedimenti interdittivi e nel processo l’Università di Bari si è costituita parte civile.
Dopo la discussione del pm il professor Barile, difeso dall’avvocato Antonio La Scala, si è commosso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400