Martedì 22 Gennaio 2019 | 17:22

NEWS DALLA SEZIONE

Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
lA POLEMICA
Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 

A Bari

Droga, condanna a Tarantini
ridotta a 20 mesi in appello

Confermate pene a 4 anni 4 mesi per gli amici Mannarini e Verdoscia

Tarantini non si presentadinanzi al giudiceMultato per 300 euro

BARI - La Corte di Appello di Bari ha ridotto a 1 anno e 8 mesi di reclusione (dai 2 anni e 2 mesi del primo grado) la condanna inflitta nei confronti di Gianpaolo Tarantini per il reato di cessione di droga. I fatti si riferiscono all’estate 2008, quella dei coca-party in Sardegna, la stessa delle feste con escort nelle residenze di Silvio Berlusconi che hanno visto coinvolto l’imprenditore barese.

I giudici del secondo grado hanno inoltre confermato le condanne a 4 anni e 4 mesi di carcere nei confronti degli altri due imputati, Massimiliano Verdoscia, difeso dagli avvocati Nino Ghiro e Ascanio Amenduni, e Alessandro Mannarini, difeso da Marco Vignola e Pasquale Corleto, gli amici di Tarantini accusati di trasporto e cessione di droga. La sentenza è stata emessa al termine del processo di appello celebrato con il rito abbreviato.

Per Tarantini la condanna è stata ridotta perché la Corte ha accolto i motivi di appello del difensore, l’avvocato Nicola Quaranta, che chiedeva di applicare a 'Gianpì la stessa pena base degli altri imputati (6 anni e 6 mesi anziché 8 anni). Con la riduzione del rito e le attenuanti generiche concesse all’imputato per aver collaborato con la giustizia (già concesse in primo grado e impugnate dalla Procura con rigetto della Corte), la condanna è quindi scesa fino ai 20 mesi di reclusione.
Nell’ambito di questa vicenda hanno già patteggiato negli anni scorsi i due fornitori dello stupefacente, gli spacciatori baresi Onofrio Spilotros (1 anno e 8 mesi di reclusione) e Nico De Palma (3 anni di reclusione).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400