Lunedì 21 Gennaio 2019 | 02:26

NEWS DALLA SEZIONE

La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante buttato giù dalla bici, presi gli aggressori: «Non era razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 

Bari

Mafia, boss Parisi e figlio Tommy
chiedono la scarcerazione

I due sono in carcere da due settimane nell’ambito dell’indagine della Dda di Bari su mafia ed estorsioni ai cantieri. Per 'Savinucciò è stata presentata istanza al Riesame e l’udienza è fissata lunedì 4 aprile

Savinuccio Parisi

foto Luca Turi

BARI - Il boss del quartiere Japigia di Bari, Savino Parisi, capo dell’omonimo clan mafioso, e suo figlio Tommy, cantante neomelodico senza precedenti penali, chiedono la scarcerazione.

I due sono in carcere da due settimane nell’ambito dell’indagine della Dda di Bari su mafia ed estorsioni ai cantieri. Per 'Savinucciò è stata presentata istanza al Riesame e l’udienza è fissata lunedì 4 aprile. Per Tommy la difesa ha depositato richiesta di revoca della misura cautelare al gip puntando sulla insussistenza di esigenze cautelari e si attende la decisione nei prossimi giorni.

Dopo gli arresti, entrambi dichiararono negli interrogatori di garanzia di essere estranei ai fatti contestati. Se i giudici baresi dovessero accogliere le due diverse istanze, soltanto Tommy tornerebbe in libertà perché sul padre pende un altro procedimento per estorsione per il quale è detenuto dal 9 marzo scorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400