Lunedì 21 Gennaio 2019 | 17:32

NEWS DALLA SEZIONE

Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 
L'incidente
Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

Carambola auto moto a Bari, 70enne schiacciata contro impalcatura

 
Dal 10 al 13 marzo
Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

Splash Festival: a Bari in scena la cultura del bere

 
Nel barese
Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

Cane fiuta droga in un locale a Casamassima, arrestato 22enne

 
A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 

Udienza preliminare

Crac Divania, il pm di Bari accusa
«Unicredit ha distratto 183 milioni»

La replica della banca: accuse e quantificazione sono prive di fondamento

Crac Divania, il pm di Bari accusa«Unicredit ha distratto 183 milioni»

BARI  - Unicredit ha distratto - secondo l'accusa - più di 183 milioni di euro dai conti correnti della società Divania, senza autorizzazione del correntista, per investirli in derivati, e l’allora (ed attuale) amministratore delegato Federico Ghizzoni, «non adempiva alla diffida di restituzione delle somme sottratte» per lo stesso importo. Lo ha precisato il pm Isabella Ginefra nell’udienza preliminare in corso dinanzi al gup del Tribunale di Bari Francesco Pellecchia, modificando il capo d’imputazione contestato ai vertici Unicredit a carico dei quali pende una richiesta di rinvio a giudizio per concorso in bancarotta fraudolenta.

In aula il giudice ha inoltre ammesso, come chiesto nella scorsa udienza, la costituzione come parti civili dell’ex titolare dell’azienda, Francesco Saverio Parisi, difeso dall’avvocato Maurizio Maltomare, degli ex lavoratori dello stabilimento e della curatela fallimentare, citando come responsabile civile lo stesso istituto di credito.

Oltre Ghizzoni, la Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio di altre 15 persone, tra le quali l’ex amministratore delegato di Unicredit Banca, Alessandro Profumo, manager e funzionari della banca, accusati di aver ingannato Parisi inducendolo a sottoscrivere 203 contratti derivati che, in pochi anni, secondo l’accusa, avrebbero portato la società al dissesto e al successivo fallimento.

«La citazione del responsabile civile non attiene al merito della vicenda. Non si tratta cioè - si legge in una nota di Unicredit - di una valutazione sul comportamento corretto o meno della banca, la cui valutazione resta impregiudicata e verrà discussa nella sede propria. Per quanto riguarda la rettifica sulla quantificazione dell’ipotesi di danno a carico di Divania, questa è riferita a un capo di imputazione che UniCredit ritiene privo di fondamento, così come la Banca ritiene infondata la quantificazione stessa».
Si tornerà in aula il prossimo 18 maggio per la costituzione del responsabile civile e per le discussioni delle parti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400