Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 17:14

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Travolse e uccise anziano: gip rigetta patteggiamento

Travolse e uccise anziano: gip rigetta patteggiamento
BARI – Ha travolto e ucciso il 76enne Francesco Zaccheo a Palo del Colle l’8 giugno 2015 mentre era alla guida di un’auto sotto l’effetto di droghe e poi è fuggito abbandonando la vittima sull'asfalto. Per il gup del Tribunale di Bari Antonio Diella la pena di poco più di 3 anni proposta per il patteggiamento dalla difesa del 23enne Vito Ramunno, già noto alle forze dell’ordine, è troppo bassa per la gravità dei fatti. Il ragazzo è in carcere dal 10 giugno scorso per i reati di omicidio colposo e omissione di soccorso, con le aggravanti di guida senza patente è stato di alterazione psico-fisica per l'effetto di cannabinoidi.

A darne notizia sono i familiari di Zaccheo, assistiti da Studio 3A, la società specializzata nella valutazione delle responsabilità civili e penali, a tutela dei diritti dei cittadini, la quale tra l’altro sottolinea la "necessità non più prorogabile di chiudere l’iter legislativo del Ddl che ha introdotto il reato di omicidio stradale", dicono in una nota.

Stando alla ricostruzione fatta dai carabinieri, coordinati dal pm di Bari Marcello Quercia, Zaccheo, che aveva vissuto e lavorato in Germania e dopo la pensione era tornato a Palo del Colle, sua città di origine, stava percorrendo via Ciavriello nella sua corsia di marcia e in sella a un ciclomotore, quando è stato investito da Ramunno, che gli è piombato addosso a tutta velocità con un’Alfa 156, poi risultata non sua e senza assicurazione.

Dopo aver bruciato la vettura è poi tornato sul luogo dell’incidente mescolandosi alla folla per cercare di rimuovere dalla strada i pezzi dell’auto. Notato dai carabinieri, intervenuti sul posto per i rilievi, ha tentato la fuga a piedi nelle campagne circostanti ma è stato raggiunto e arrestato. Dopo il rigetto della richiesta di patteggiamento, il procedimento penale nei suoi confronti continuerà il 4 marzo 2016 dinanzi al giudice Lucia De Palo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400