Sabato 19 Gennaio 2019 | 13:46

NEWS DALLA SEZIONE

A Bari
Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

Tenta di rubare l'auto a pensionato: furto sventato da cc fuori servizio

 
A Bari
Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

Rubano occhiali da centro commerciale: 3 arresti

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 

Bari, proprietari Petruzzelli a ministro: esproprio di fatto

Bari, proprietari Petruzzelli a ministro: esproprio di fatto
BARI – La richiesta di un incontro per "riportare la vicenda nel contesto di legittimità e legalità violate" è stata avanzata al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, dalla famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro Petruzzelli, assistita dagli avvocati Ascanio Amenduni e Ciro Garibaldi che ne danno notizia.

La famiglia ricorda, fra l’altro, che oggi è "sottoposta a un esproprio di fatto e di gruppo, peggiore proprio per questo del precedente" (giudicato incostituzionale nel 2008 ndr), "con l'aggravante che ci viene addirittura presentato il conto dell’altrui sperpero di denaro pubblico commesso durante la vigenza dello sciagurato esproprio annullato dalla Consulta".

"L'aspetto più inquietante – afferma – è rappresentato dal dover prendere atto che le amministrazioni pubbliche, piuttosto che cercare soluzioni eque e condivise, hanno preferito persistere nella proposizione di atti e comportamenti compiuti in aperta violazione del solenne accordo intercorso tra le parti il 21 novembre del 2002, costringendoci ad una lunga e defatigante 'rincorsà giudiziaria per farne riaffermare la vigenza ed assicurarne il rispetto e l’esecuzione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400